giovedì 28 aprile 2016

Il mio Servizio Civile a Pianeta Handicap

Di cosa hanno bisogno le persone disabili? Di socializzare, esprimere il proprio potenziale e realizzare un progetto di vita autonoma.
Giulia Romanato, ospite della nuova puntata di Radio Volontariato, ha sperimentato un anno in un progetto che cerca di rispondere a questi bisogni, che sono in fin dei conti quelli di tutti noi. Da diversi anni, l’associazione Pianeta Handicap gestisce un appartamento in cui alcune persone disabili imparano a vivere da solo e a gestire in autonomia la propria quotidianità.
In questo ambito si è svolto il Servizio civile di Giulia, entrata nel progetto dopo aver passato le selezioni di un bando regionale. “Sono laureata in Scienze dell’educazione e nel Servizio civile ho cercato un’esperienza nell’ambito della disabilità – racconta – La passione per questo tema è nata dal primo stage che ho svolto, in un’organizzazione che si occupava di disabili. Da allora ho deciso che questo era ciò di cui volevo occuparmi”.
Giulia concluderà l’anno di Servizio a maggio. Negli ultimi dodici mesi ha supportato le attività dell’appartamento, seguendo le persone che vi abitano nelle piccole cose quotidiane, dalle pulizie alla spesa. Un’esperienza che ha lasciato il segno: “Mi dispiace che finisca, perché in un anno si sono creati legami con i ragazzi – dice – E’ un’esperienza che rifarei, sia perché mi ha cambiata come persona, sia perché ho appreso anche competenze nuove, che mi saranno utili per il mio futuro lavoro”.
La puntata è condotta da Francesco Casoni e Giulia Ranzani del Centro servizi volontariato di Rovigo.

Ascolta la puntata




lunedì 25 aprile 2016

Ed ecco il GIC, più che un gruppo, una famiglia


Giovani in cammino è un gruppo nato da poco tempo ma in forte crescita, un gruppo di amici, una specie di famiglia allargata che conta già 62 iscritti. A presentarcelo, nel corso della rubrica "Ponte Radio", alcuni componenti, vale a dire Elisa Ramazzina, Roberto Pinato e Chiara Fonti.
«Siamo un gruppo che sta insieme ormai da due anni, ma l'8 gennaio di quest'anno abbiamo deciso di costituirci in associazione a tutti gli effetti - ha detto Elisa Ramazzina - ma noi non ci definiamo associazione ma famiglia perchè stiamo sempre insieme come una famiglia, non diamo assistenza ai disabili che compongono il nostro gruppo, ci chiamiamo Giovani anche se il gruppo comprende una larga fascia di età, perchè giovane lo si può essere ad ogni età, perchè è giovane colui che ha un cuore giovane».
I ragazzi che compongono il gruppo sono entrati a fare parte di questa realtà volontariamente: «nel nostro gruppo - ha detto Pinato - i ragazzi hanno la possibilità di svolgere delle attività con i loro famigliari che sono partecipi costantemente di quello che facciamo. Lo stare assieme è quello di dare un'autonomia alle persone disabili. Vogliamo fare capire che la disabilità non impedisce di camminare insieme, non fa paura ma è un trampolino che dà una spinta». Le attività svolte sono già state molte. Una delle prime è stata quella di trovarsi al bowling situato all'interno del cinema Cinergia di Rovigo per giocare insieme e poi al termine i ragazzi andavano a mangiare una pizza in compagnia. Guida spirituale del gruppo è don Gabriele Fantinati, parroco del Duomo.
Altre due attività organizzate di recente dal Gruppo Giovani in Cammino (Gic) sono state l'animazione della Via Crucis cittadina davanti alla chiesa della rotonda e lo spettacolo teatrale che ha avuto per protagonista il Teatro Insieme di Sarzano intitolato "Sior Tita Paron" e che ha avuto lo scopo di raccogliere dei fondi per permettere ai giovani di andare a Cracovia la prossima estate, alla Giornata Mondiale della Gioventù. Anche la via Crucis era stata organizzata in collaborazione con il Teatro Insieme di Sarzano ma ha avuto anche la partecipazione del Coro delle Voci Bianche del Conservatorio di Rovigo, diretti da Francesco Toso e con Giulia Pattaro soprano e Valentina Borgato e Mattia Pecoraro, ed il ballerino Roberto Filon, che con la sua danza ha riunito le varie stazioni della via crucis. Nella pausa musicale della puntata, i ragazzi del Gic hanno proposto il brano musicale che accompagna le loro attività ovvero la canzone di James Blunt, "Carry you home".
Per contattare il gruppo si può visitare la loro pagina Facebook e prossimamente il loro sito web: www.giovaniincammino.org. Una occasione per incontrarli dal vivo sarà il prossimo primo maggio, a San Pio X al Mercatino dei Ragazzi promosso dall'Associazione "Amici di Elena".

Ascolta la puntata:













mercoledì 20 aprile 2016

Il Vescovo Pierantonio con i giovani in diretta


La diretta di Polesine Coast to Coast questa settimana ha avuto un ospite d'accezione, ovvero il nostro nuovo Vescovo Mons. Pierantonio Pavanello, che si è messo a disposizione dei giovani conduttori, Thomas Paparella, Chiara Rodella e Chiara Stecca, che gli hanno rivolto tantissime domande. Mons Pavanello con molta spontaneità e naturalezza, ha indossato le cuffie ed ha risposto volentieri ai vari quesiti che ci hanno permesso di conoscerlo meglio e di sapere anche le sue prime impressioni ad un mese e mezza dall'insediamento nella diocesi di Adria-Rovigo.
I ragazzi hanno chiesto al Vescovo come è nata la sua vocazione e mons. Pavanello ha risposto ricordando che forse il primo passo fu fatto dal papà che il giorno della sua nascita, scrisse una preghiera dove diceva: "Signore ti prego, affinchè tu faccia in modo che questo bambino ti ami come anch'io ti amo", però il pensiero di diventare sacerdote emerse al termine delle scuole superiori, come ha raccontato mons. Pavanello: «Confrontandomi con i miei compagni di scuola - ha detto mons. Pavanello - mi sono accorto che avevo una ricchezza che loro non avevano, ma non era una ricchezza economica, perchè mentre io andavo a scuola con una vecchia bicicletta che mi era stata regalata alle medie, loro arrivavano in moto e qualcuno anche in macchina sportiva, ma era l'esperienza della fede, quindi mi sono chiesto: perchè non condividere questa mia ricchezza con gli altri mettendola a disposizione del Vangelo? Poi ho fatto due anni di giurisprudenza ma questa voce in quel periodo è diventata sempre più forte». Ha raccontato poi le emozioni provate nel giorno del suo ingresso ad Adria: «Ho sentito un grande affetto attorno a me da parte della gente».
Ha parlato poi della sua passione per la bicicletta, un mezzo in questo giorni gli ha permesso di scoprire e di apprezzare il territorio polesano: «Qui non ci sono salite ma a differenza della provincia di Vicenza, c'è una ricchezza incredibile di corsi d'acqua e questo lo rende un ambiente unico». Ha parlato poi del valore della famiglia e dell'importanza di fare riscoprire la bellezza del matrimonio alle giovani copie. Infine ha parlato dei suoi prossimi progetti pastorali, una pastorale che passa prima di tutto attraverso il percorso delle persone e delle realtà del nostro territorio.

Ascolta la puntata
















venerdì 8 aprile 2016

L'entusiasmo del Gruppo Giovani Smile di San Pio X


Curiosità, voglia di mettersi in gioco e di vivere il proprio quartiere sono gli ingredienti da cui nasce il Gruppo Giovani Smile di San Pio X, con le radici nel quartiere di Rovigo, ma lo sguardo proiettato anche oltre. Sono loro gli ospiti della puntata di Radio Volontariato in onda in aprile.
San Pio X, forse a dispetto delle apparenze, è un quartiere ricco di iniziative e di reti di associazioni. In questo contesto, ha preso vita il Gruppo, nato da esperienze post cresima e oggi divenuto una vera e propria associazione. «In breve tempo - racconta Micaela Mazziero, che assieme ad Antonella Amodeo è coordinatrice e responsabile del gruppo - è nata la voglia di guardarsi attorno e collaborare con altre realtà.
Di recente, ad esempio, i ragazzi hanno sperimentato una giornata con alcuni richiedenti asilo dell’associazione Di Tutti i Colori: un pomeriggio di gioco, seguito da uno scambio linguistico, balli e una pizzata assieme. E' stata una bella esperienza, che ha permesso di conoscere una realtà che spesso viene generalizzata, solo perché è poco conosciuta”.
Nel week end del 30 aprile e primo maggio i ragazzi del gruppo saranno anche al Mercatino dei ragazzi, che anche quest’anno coinvolge decine di associazioni: «Qui saremo presenti con la nostra bancarella e giochi per bambini – racconta Francesca – inoltre, sempre in maggio, collaboreremo con il Festival Biblico per gestire gli Infopoint ed anche per altre iniziative».
Un’esperienza in rete è anche quella di Lorenzo, che rappresenta l’associazione al Forum giovani del Comune: “Ci dà la possibilità di collaborare con altre associazioni, soprattutto giovanili. Pur essendo nati come gruppo di animatori, ora stiamo lavorando per fare iniziative che ci consentano di toccare vari altri ambiti”. Tra le attività, la realizzazione di un giornalino che presenta le attività di tutte le associazioni del quartiere, rivelando la vitalità, spesso nascosta, di San Pio X.
La puntata è condotta da Francesco Casoni e Giulia Ranzani del Centro servizi volontariato di Rovigo.

Ascolta la puntata







Tutta la musica di Anna Nani in un "Click"


E' tornata a trovarci in radio la cantautrice polesana, Anna Nani, e questa volta ci ha fatto omaggio del suo nuovo cd rom, presentato ufficialmente nella sua Ariano nel Polesine, lo scorso 1 aprile 2016.
La raccolta si intitola semplicemente "Click" e nel corso della puntata ascoltiamo tre degli otto brani che la compongono.
Anna era stata ospite un po' di tempo fa e ci aveva presentato il singolo "Idee balzane", molto simpatico, questa volta abbiamo ascoltato il brano che dà il titolo all'album "Click" appunto, ed è una canzone che parla d'amore (cosa insolita per Anna) ma è anche un po' pungente, come sempre nel suo stile perché in un mondo sempre virtuale la la luna sembra essere l'unica cosa romantica che rimane.
Il secondo pezzo ha sempre a che fare con la modernità e l'informatica, perchè parla dei leoni da tastiera, ovvero di quelle persone che al giorno d'oggi, stando dietro lo schermo di un pc accusano, criticano, offendono, si lamentano che il mondo non va, ma in realtà non si spostano dalla loro poltrona per cercare di migliorarlo.
Il terzo brano ascoltato è sempre legato strettamente alla società di oggi, si intitola "Basta un colpo" e si riferisce alla facilità con cui oggi tanti giovani grazie a programmi televisivi come i talent show, ottengono un successo immediato, ma magari il giorno dopo nessuno si ricorda più di loro. E' una critica al fatto che tutti oggi si inventano artisti, ma pretendono di farlo senza fare fatica.
La grafica del Cd Rom è molto bella e riproduce lo stile di un sito web ed è curata da un giovane grafico ed architetto di Porto Tolle, Pierluigi Veronese.  E' prodotto da Christian Zecchin della Zeta Production che segue Anna da diversi anni.
Gli arrangiamenti sono opera di Bruno Zucchetti, cha ha lavorato con grandi artisti dal calibro di Cesare Cremonini, Laura Pausini e Caparezza.

Ascolta la puntata






giovedì 7 aprile 2016

La seconda edizione di Icaro riserva grandi sorprese


Il 16 aprile ritorna il progetto I.C.A.Ro. (impulsi creativi artistici Rovigo) un progetto giunto alla seconda edizione e sostenuto dalla Fondazione Cariparo nell'ambito del bando Culturalmente ed  è promosso dal Circolo Arci Galileo Cavazzini di Rovigo.
Ad illustrarci il programma completo della manifestazione, è la promotrice e curatrice dell'evento, Melania Ruggini, che è stata ospite del programmma "Ponte Radio".
L'evento di apertura si terrà sabato 16 aprile alle ore 18.00 presso il museo dei Grandi Fiumi di Rovigo con l'inaugurazione della mostra di pittura di Annamaria Moro intitolata "Labirinto Armonico".Come ha spiegato Melania, Annamaria è sia pittrice che musicista, ed infatti fa parte del gruppo Zephyros che si esibirà nell'ambito dell'iniziativa e di cui abbiamo ascoltato un brano durante la puntata e nella sua pittura cerca di legare queste due forme di arte che sembrano apparentemente distanti ma che sono profondamente simili nella finalità. Icaro proseguirà poi con il seguente calendario:
Sabato 14 maggio a Rovigo, presso la Porta San Bortolo, alle ore 12.00: inaugurazione dell’installazione dell’artista Federica Cavallin e in  Piazza Roma, presso la fontana inaugurazione dell’installazione Boccioli dell’artista Caterina Sega.
Sabato 28 maggio in Piazzetta Annonaria a Rovigo alle 12.00 è prevista l'inaugurazione dell’opera di street art dell’artista Tiffani Rubi. 
Sabato 11 giugno 2016 al Giardino delle due Torri alle 12.00, inaugurazione dell’installazione L’acchiappasogni dell’artista Andrea Clementi. 
Sabato 18 giugno all'Ex biglietteria di Piazzale di Vittorio, alle 12.00 ci sarà l'inaugurazione delle opere di street art di Gaia Lionello e di Cento Canesio.
Alle ore 12.00 in Piazza Vittorio Emanuele II, inaugurazione delle installazioni di Cento Canesio.
Venerdì 1 luglio Piazzetta Annonaria alle ore 21:00 il concerto del gruppo musicale Zephyros. Da settembre a novembre, la mostra  Labirinto armonico in tour: esposizione itinerante presso i Comuni di Bosaro, Ceregnano, Guarda Veneta e Polesella. Le varie installazioni rimarranno esposte fino al 30 settembre.  Il sito web ufficiale della manifestazione è www.ica.ro.it, l'indirizzo email è info@ica.ro.it L'iniziativa si svolge con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Rovigo e dei Comuni di Rovigo,  Ceregnano, Bosaro, Guarda Veneta, Polesella e del Museo dei Grandi Fiumi.

Ascolta la puntata





mercoledì 6 aprile 2016

CoopUp: il Coworking a Rovigo è diventato realtà


Ospiti della punta n° 101 di Polesine Coast to Coast sono stati Federico Paralovo e Serena Fedito che ci hanno presentato il progetto CoopUp, che è proposto da PolesineLab, il laboratorio di progettazione sociale di cui fanno parte assieme a Zaccaria Bergamo e a Dario Fabbri. Ai microfoni di Alberto Boldrini, Thomas Paparella e Chiara Rodella, hanno spiegato l’attività che svolgono e le iniziative che hanno in programma per i prossimi mesi. «Il Coworking – ha detto Federico – è un luogo condiviso per persone e team che vogliono lavorare in un ambiente dinamico a contatto con diverse professionalità per facilitare e attivare nuovi percorsi, modelli di lavoro e di business, il luogo ideale dove sviluppare la propria attività». 
Nei giorni scorsi, hanno organizzato anche una giornata promozionale, in cui tante persone hanno potuto visitare gli spazi che loro mettono a disposizione ed informarsi su come funziona l’attività. La sede si trova in Viale Porta Adige 45/G, praticamente in una delle quattro torri laterali al centro commerciale Aliper di Rovigo ed è aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 17.30.
Oltre allo spazio di lavoro condiviso, CoopUp organizza anche corsi di formazione: «una cosa interessante di questi corsi -  ha detto Serena - è che cerchiamo sempre di organizzarli in base alle esigenze del territorio, delle persone che si avvicinano allo spazio di coworking».
I prossimi eventi sono: il 15 aprile,  "Industria culturale e creativa", si parlerà di impatto sociale e culturale  vale a dire tutte le associazioni, cooperative e imprese che sviluppano idee e progetti nuovi sul mondo della cultura e sul sociale, il 22 aprile: "Smart Working ed App economy", cioè tutti quelle applicazioni e i trucchi per trasformare il propri smartphone o tablet in un vero ufficio portatile. E infine è in programma un corso su Europrogettazione e Wordpress. Serena e Federico hanno ricordato la pagina Facebook di CoopUp ed anche il sito www.polesinelab.it nel quale è possibile iscriversi ad una newsletter.

Ascolta la puntata








Prossimamente il video della puntata ....

domenica 3 aprile 2016

Cantafestival Villadose: aperte le iscrizioni della quarta edizione



Sono aperte le iscrizioni al Cantafestival di Villadose, concorso musicale giunto alla quarta edizione. Ne abbiamo parlato con Paul Cecco, alias Paolo Ceccolin, direttore artistico della manifestazione, che è stato ospite della rubrica Ponte Radio, condotta da Roberto Giannese. L’edizione di quest’anno si terrà presso il locali del Centro Giovanile Parrocchiale di Villadose, nei giorni del 18 (semifinali) e del 23 agosto (finali). 
«E’ un concorso nato nel 2012 assieme a Giampietro Rizzato che in quel periodo era assessore comunale alla cultura ed è rivolto a tutti cantanti che vogliono mettersi alla prova – ha spiegato Paolo – a partire dai bambini, purché abbiano compiuto il quinto anno di età.
Abbiamo deciso di dare spazio anche ai più piccoli avendo avviato una collaborazione con il Festival delle Vocine Nuove di Castrocaro, riservato appunto ai giovani e giovanissimi. Alcuni concorrenti che hanno partecipato alle precedenti edizioni hanno avuto accesso alla fase finale del concorso di Castrocaro ed hanno ottenuto ottimi risultati». 
L’evento si svolge nell’ambito della festa paesana, “Viadose in festa”,  è legato a Telethon Rovigo, è sostenuto dal Centro Commerciale “La Fattoria” di Rovigo ed ha  il patrocinio del Comune di Villadose. Per le iscrizioni al festival sono disponibili diversi canali: la pagina Facebook, oppure l’indirizzo mail: cantafestivalvilladose@gmail.com, dove gli artisti interessati a partecipare hanno la possibilità di mandare un audio demo che sarà ascoltato ed eventualmente selezionato dall’organizzazione. «A scegliere i partecipanti – ha aggiunto Fabio ci sarà anche Emanuele Crepaldi che ha presentato fra l’altro, sempre assieme a me, anche il festival Evviva Rovigo che si è svolto fino a due anni fa». Quest’anno si prevede una partecipazione massima di 22 concorrenti. Infine si può contattare anche direttamente Paul al numero di cellulare: 347/7714491.

Ascolta la puntata


Qui sotto il video promo del Cantafestival 2016 realizzato da Silvia Stella:

giovedì 28 aprile 2016

Il mio Servizio Civile a Pianeta Handicap

Di cosa hanno bisogno le persone disabili? Di socializzare, esprimere il proprio potenziale e realizzare un progetto di vita autonoma.
Giulia Romanato, ospite della nuova puntata di Radio Volontariato, ha sperimentato un anno in un progetto che cerca di rispondere a questi bisogni, che sono in fin dei conti quelli di tutti noi. Da diversi anni, l’associazione Pianeta Handicap gestisce un appartamento in cui alcune persone disabili imparano a vivere da solo e a gestire in autonomia la propria quotidianità.
In questo ambito si è svolto il Servizio civile di Giulia, entrata nel progetto dopo aver passato le selezioni di un bando regionale. “Sono laureata in Scienze dell’educazione e nel Servizio civile ho cercato un’esperienza nell’ambito della disabilità – racconta – La passione per questo tema è nata dal primo stage che ho svolto, in un’organizzazione che si occupava di disabili. Da allora ho deciso che questo era ciò di cui volevo occuparmi”.
Giulia concluderà l’anno di Servizio a maggio. Negli ultimi dodici mesi ha supportato le attività dell’appartamento, seguendo le persone che vi abitano nelle piccole cose quotidiane, dalle pulizie alla spesa. Un’esperienza che ha lasciato il segno: “Mi dispiace che finisca, perché in un anno si sono creati legami con i ragazzi – dice – E’ un’esperienza che rifarei, sia perché mi ha cambiata come persona, sia perché ho appreso anche competenze nuove, che mi saranno utili per il mio futuro lavoro”.
La puntata è condotta da Francesco Casoni e Giulia Ranzani del Centro servizi volontariato di Rovigo.

Ascolta la puntata




lunedì 25 aprile 2016

Ed ecco il GIC, più che un gruppo, una famiglia


Giovani in cammino è un gruppo nato da poco tempo ma in forte crescita, un gruppo di amici, una specie di famiglia allargata che conta già 62 iscritti. A presentarcelo, nel corso della rubrica "Ponte Radio", alcuni componenti, vale a dire Elisa Ramazzina, Roberto Pinato e Chiara Fonti.
«Siamo un gruppo che sta insieme ormai da due anni, ma l'8 gennaio di quest'anno abbiamo deciso di costituirci in associazione a tutti gli effetti - ha detto Elisa Ramazzina - ma noi non ci definiamo associazione ma famiglia perchè stiamo sempre insieme come una famiglia, non diamo assistenza ai disabili che compongono il nostro gruppo, ci chiamiamo Giovani anche se il gruppo comprende una larga fascia di età, perchè giovane lo si può essere ad ogni età, perchè è giovane colui che ha un cuore giovane».
I ragazzi che compongono il gruppo sono entrati a fare parte di questa realtà volontariamente: «nel nostro gruppo - ha detto Pinato - i ragazzi hanno la possibilità di svolgere delle attività con i loro famigliari che sono partecipi costantemente di quello che facciamo. Lo stare assieme è quello di dare un'autonomia alle persone disabili. Vogliamo fare capire che la disabilità non impedisce di camminare insieme, non fa paura ma è un trampolino che dà una spinta». Le attività svolte sono già state molte. Una delle prime è stata quella di trovarsi al bowling situato all'interno del cinema Cinergia di Rovigo per giocare insieme e poi al termine i ragazzi andavano a mangiare una pizza in compagnia. Guida spirituale del gruppo è don Gabriele Fantinati, parroco del Duomo.
Altre due attività organizzate di recente dal Gruppo Giovani in Cammino (Gic) sono state l'animazione della Via Crucis cittadina davanti alla chiesa della rotonda e lo spettacolo teatrale che ha avuto per protagonista il Teatro Insieme di Sarzano intitolato "Sior Tita Paron" e che ha avuto lo scopo di raccogliere dei fondi per permettere ai giovani di andare a Cracovia la prossima estate, alla Giornata Mondiale della Gioventù. Anche la via Crucis era stata organizzata in collaborazione con il Teatro Insieme di Sarzano ma ha avuto anche la partecipazione del Coro delle Voci Bianche del Conservatorio di Rovigo, diretti da Francesco Toso e con Giulia Pattaro soprano e Valentina Borgato e Mattia Pecoraro, ed il ballerino Roberto Filon, che con la sua danza ha riunito le varie stazioni della via crucis. Nella pausa musicale della puntata, i ragazzi del Gic hanno proposto il brano musicale che accompagna le loro attività ovvero la canzone di James Blunt, "Carry you home".
Per contattare il gruppo si può visitare la loro pagina Facebook e prossimamente il loro sito web: www.giovaniincammino.org. Una occasione per incontrarli dal vivo sarà il prossimo primo maggio, a San Pio X al Mercatino dei Ragazzi promosso dall'Associazione "Amici di Elena".

Ascolta la puntata:













mercoledì 20 aprile 2016

Il Vescovo Pierantonio con i giovani in diretta


La diretta di Polesine Coast to Coast questa settimana ha avuto un ospite d'accezione, ovvero il nostro nuovo Vescovo Mons. Pierantonio Pavanello, che si è messo a disposizione dei giovani conduttori, Thomas Paparella, Chiara Rodella e Chiara Stecca, che gli hanno rivolto tantissime domande. Mons Pavanello con molta spontaneità e naturalezza, ha indossato le cuffie ed ha risposto volentieri ai vari quesiti che ci hanno permesso di conoscerlo meglio e di sapere anche le sue prime impressioni ad un mese e mezza dall'insediamento nella diocesi di Adria-Rovigo.
I ragazzi hanno chiesto al Vescovo come è nata la sua vocazione e mons. Pavanello ha risposto ricordando che forse il primo passo fu fatto dal papà che il giorno della sua nascita, scrisse una preghiera dove diceva: "Signore ti prego, affinchè tu faccia in modo che questo bambino ti ami come anch'io ti amo", però il pensiero di diventare sacerdote emerse al termine delle scuole superiori, come ha raccontato mons. Pavanello: «Confrontandomi con i miei compagni di scuola - ha detto mons. Pavanello - mi sono accorto che avevo una ricchezza che loro non avevano, ma non era una ricchezza economica, perchè mentre io andavo a scuola con una vecchia bicicletta che mi era stata regalata alle medie, loro arrivavano in moto e qualcuno anche in macchina sportiva, ma era l'esperienza della fede, quindi mi sono chiesto: perchè non condividere questa mia ricchezza con gli altri mettendola a disposizione del Vangelo? Poi ho fatto due anni di giurisprudenza ma questa voce in quel periodo è diventata sempre più forte». Ha raccontato poi le emozioni provate nel giorno del suo ingresso ad Adria: «Ho sentito un grande affetto attorno a me da parte della gente».
Ha parlato poi della sua passione per la bicicletta, un mezzo in questo giorni gli ha permesso di scoprire e di apprezzare il territorio polesano: «Qui non ci sono salite ma a differenza della provincia di Vicenza, c'è una ricchezza incredibile di corsi d'acqua e questo lo rende un ambiente unico». Ha parlato poi del valore della famiglia e dell'importanza di fare riscoprire la bellezza del matrimonio alle giovani copie. Infine ha parlato dei suoi prossimi progetti pastorali, una pastorale che passa prima di tutto attraverso il percorso delle persone e delle realtà del nostro territorio.

Ascolta la puntata
















venerdì 8 aprile 2016

L'entusiasmo del Gruppo Giovani Smile di San Pio X


Curiosità, voglia di mettersi in gioco e di vivere il proprio quartiere sono gli ingredienti da cui nasce il Gruppo Giovani Smile di San Pio X, con le radici nel quartiere di Rovigo, ma lo sguardo proiettato anche oltre. Sono loro gli ospiti della puntata di Radio Volontariato in onda in aprile.
San Pio X, forse a dispetto delle apparenze, è un quartiere ricco di iniziative e di reti di associazioni. In questo contesto, ha preso vita il Gruppo, nato da esperienze post cresima e oggi divenuto una vera e propria associazione. «In breve tempo - racconta Micaela Mazziero, che assieme ad Antonella Amodeo è coordinatrice e responsabile del gruppo - è nata la voglia di guardarsi attorno e collaborare con altre realtà.
Di recente, ad esempio, i ragazzi hanno sperimentato una giornata con alcuni richiedenti asilo dell’associazione Di Tutti i Colori: un pomeriggio di gioco, seguito da uno scambio linguistico, balli e una pizzata assieme. E' stata una bella esperienza, che ha permesso di conoscere una realtà che spesso viene generalizzata, solo perché è poco conosciuta”.
Nel week end del 30 aprile e primo maggio i ragazzi del gruppo saranno anche al Mercatino dei ragazzi, che anche quest’anno coinvolge decine di associazioni: «Qui saremo presenti con la nostra bancarella e giochi per bambini – racconta Francesca – inoltre, sempre in maggio, collaboreremo con il Festival Biblico per gestire gli Infopoint ed anche per altre iniziative».
Un’esperienza in rete è anche quella di Lorenzo, che rappresenta l’associazione al Forum giovani del Comune: “Ci dà la possibilità di collaborare con altre associazioni, soprattutto giovanili. Pur essendo nati come gruppo di animatori, ora stiamo lavorando per fare iniziative che ci consentano di toccare vari altri ambiti”. Tra le attività, la realizzazione di un giornalino che presenta le attività di tutte le associazioni del quartiere, rivelando la vitalità, spesso nascosta, di San Pio X.
La puntata è condotta da Francesco Casoni e Giulia Ranzani del Centro servizi volontariato di Rovigo.

Ascolta la puntata







Tutta la musica di Anna Nani in un "Click"


E' tornata a trovarci in radio la cantautrice polesana, Anna Nani, e questa volta ci ha fatto omaggio del suo nuovo cd rom, presentato ufficialmente nella sua Ariano nel Polesine, lo scorso 1 aprile 2016.
La raccolta si intitola semplicemente "Click" e nel corso della puntata ascoltiamo tre degli otto brani che la compongono.
Anna era stata ospite un po' di tempo fa e ci aveva presentato il singolo "Idee balzane", molto simpatico, questa volta abbiamo ascoltato il brano che dà il titolo all'album "Click" appunto, ed è una canzone che parla d'amore (cosa insolita per Anna) ma è anche un po' pungente, come sempre nel suo stile perché in un mondo sempre virtuale la la luna sembra essere l'unica cosa romantica che rimane.
Il secondo pezzo ha sempre a che fare con la modernità e l'informatica, perchè parla dei leoni da tastiera, ovvero di quelle persone che al giorno d'oggi, stando dietro lo schermo di un pc accusano, criticano, offendono, si lamentano che il mondo non va, ma in realtà non si spostano dalla loro poltrona per cercare di migliorarlo.
Il terzo brano ascoltato è sempre legato strettamente alla società di oggi, si intitola "Basta un colpo" e si riferisce alla facilità con cui oggi tanti giovani grazie a programmi televisivi come i talent show, ottengono un successo immediato, ma magari il giorno dopo nessuno si ricorda più di loro. E' una critica al fatto che tutti oggi si inventano artisti, ma pretendono di farlo senza fare fatica.
La grafica del Cd Rom è molto bella e riproduce lo stile di un sito web ed è curata da un giovane grafico ed architetto di Porto Tolle, Pierluigi Veronese.  E' prodotto da Christian Zecchin della Zeta Production che segue Anna da diversi anni.
Gli arrangiamenti sono opera di Bruno Zucchetti, cha ha lavorato con grandi artisti dal calibro di Cesare Cremonini, Laura Pausini e Caparezza.

Ascolta la puntata






giovedì 7 aprile 2016

La seconda edizione di Icaro riserva grandi sorprese


Il 16 aprile ritorna il progetto I.C.A.Ro. (impulsi creativi artistici Rovigo) un progetto giunto alla seconda edizione e sostenuto dalla Fondazione Cariparo nell'ambito del bando Culturalmente ed  è promosso dal Circolo Arci Galileo Cavazzini di Rovigo.
Ad illustrarci il programma completo della manifestazione, è la promotrice e curatrice dell'evento, Melania Ruggini, che è stata ospite del programmma "Ponte Radio".
L'evento di apertura si terrà sabato 16 aprile alle ore 18.00 presso il museo dei Grandi Fiumi di Rovigo con l'inaugurazione della mostra di pittura di Annamaria Moro intitolata "Labirinto Armonico".Come ha spiegato Melania, Annamaria è sia pittrice che musicista, ed infatti fa parte del gruppo Zephyros che si esibirà nell'ambito dell'iniziativa e di cui abbiamo ascoltato un brano durante la puntata e nella sua pittura cerca di legare queste due forme di arte che sembrano apparentemente distanti ma che sono profondamente simili nella finalità. Icaro proseguirà poi con il seguente calendario:
Sabato 14 maggio a Rovigo, presso la Porta San Bortolo, alle ore 12.00: inaugurazione dell’installazione dell’artista Federica Cavallin e in  Piazza Roma, presso la fontana inaugurazione dell’installazione Boccioli dell’artista Caterina Sega.
Sabato 28 maggio in Piazzetta Annonaria a Rovigo alle 12.00 è prevista l'inaugurazione dell’opera di street art dell’artista Tiffani Rubi. 
Sabato 11 giugno 2016 al Giardino delle due Torri alle 12.00, inaugurazione dell’installazione L’acchiappasogni dell’artista Andrea Clementi. 
Sabato 18 giugno all'Ex biglietteria di Piazzale di Vittorio, alle 12.00 ci sarà l'inaugurazione delle opere di street art di Gaia Lionello e di Cento Canesio.
Alle ore 12.00 in Piazza Vittorio Emanuele II, inaugurazione delle installazioni di Cento Canesio.
Venerdì 1 luglio Piazzetta Annonaria alle ore 21:00 il concerto del gruppo musicale Zephyros. Da settembre a novembre, la mostra  Labirinto armonico in tour: esposizione itinerante presso i Comuni di Bosaro, Ceregnano, Guarda Veneta e Polesella. Le varie installazioni rimarranno esposte fino al 30 settembre.  Il sito web ufficiale della manifestazione è www.ica.ro.it, l'indirizzo email è info@ica.ro.it L'iniziativa si svolge con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Rovigo e dei Comuni di Rovigo,  Ceregnano, Bosaro, Guarda Veneta, Polesella e del Museo dei Grandi Fiumi.

Ascolta la puntata





mercoledì 6 aprile 2016

CoopUp: il Coworking a Rovigo è diventato realtà


Ospiti della punta n° 101 di Polesine Coast to Coast sono stati Federico Paralovo e Serena Fedito che ci hanno presentato il progetto CoopUp, che è proposto da PolesineLab, il laboratorio di progettazione sociale di cui fanno parte assieme a Zaccaria Bergamo e a Dario Fabbri. Ai microfoni di Alberto Boldrini, Thomas Paparella e Chiara Rodella, hanno spiegato l’attività che svolgono e le iniziative che hanno in programma per i prossimi mesi. «Il Coworking – ha detto Federico – è un luogo condiviso per persone e team che vogliono lavorare in un ambiente dinamico a contatto con diverse professionalità per facilitare e attivare nuovi percorsi, modelli di lavoro e di business, il luogo ideale dove sviluppare la propria attività». 
Nei giorni scorsi, hanno organizzato anche una giornata promozionale, in cui tante persone hanno potuto visitare gli spazi che loro mettono a disposizione ed informarsi su come funziona l’attività. La sede si trova in Viale Porta Adige 45/G, praticamente in una delle quattro torri laterali al centro commerciale Aliper di Rovigo ed è aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 17.30.
Oltre allo spazio di lavoro condiviso, CoopUp organizza anche corsi di formazione: «una cosa interessante di questi corsi -  ha detto Serena - è che cerchiamo sempre di organizzarli in base alle esigenze del territorio, delle persone che si avvicinano allo spazio di coworking».
I prossimi eventi sono: il 15 aprile,  "Industria culturale e creativa", si parlerà di impatto sociale e culturale  vale a dire tutte le associazioni, cooperative e imprese che sviluppano idee e progetti nuovi sul mondo della cultura e sul sociale, il 22 aprile: "Smart Working ed App economy", cioè tutti quelle applicazioni e i trucchi per trasformare il propri smartphone o tablet in un vero ufficio portatile. E infine è in programma un corso su Europrogettazione e Wordpress. Serena e Federico hanno ricordato la pagina Facebook di CoopUp ed anche il sito www.polesinelab.it nel quale è possibile iscriversi ad una newsletter.

Ascolta la puntata








Prossimamente il video della puntata ....

domenica 3 aprile 2016

Cantafestival Villadose: aperte le iscrizioni della quarta edizione



Sono aperte le iscrizioni al Cantafestival di Villadose, concorso musicale giunto alla quarta edizione. Ne abbiamo parlato con Paul Cecco, alias Paolo Ceccolin, direttore artistico della manifestazione, che è stato ospite della rubrica Ponte Radio, condotta da Roberto Giannese. L’edizione di quest’anno si terrà presso il locali del Centro Giovanile Parrocchiale di Villadose, nei giorni del 18 (semifinali) e del 23 agosto (finali). 
«E’ un concorso nato nel 2012 assieme a Giampietro Rizzato che in quel periodo era assessore comunale alla cultura ed è rivolto a tutti cantanti che vogliono mettersi alla prova – ha spiegato Paolo – a partire dai bambini, purché abbiano compiuto il quinto anno di età.
Abbiamo deciso di dare spazio anche ai più piccoli avendo avviato una collaborazione con il Festival delle Vocine Nuove di Castrocaro, riservato appunto ai giovani e giovanissimi. Alcuni concorrenti che hanno partecipato alle precedenti edizioni hanno avuto accesso alla fase finale del concorso di Castrocaro ed hanno ottenuto ottimi risultati». 
L’evento si svolge nell’ambito della festa paesana, “Viadose in festa”,  è legato a Telethon Rovigo, è sostenuto dal Centro Commerciale “La Fattoria” di Rovigo ed ha  il patrocinio del Comune di Villadose. Per le iscrizioni al festival sono disponibili diversi canali: la pagina Facebook, oppure l’indirizzo mail: cantafestivalvilladose@gmail.com, dove gli artisti interessati a partecipare hanno la possibilità di mandare un audio demo che sarà ascoltato ed eventualmente selezionato dall’organizzazione. «A scegliere i partecipanti – ha aggiunto Fabio ci sarà anche Emanuele Crepaldi che ha presentato fra l’altro, sempre assieme a me, anche il festival Evviva Rovigo che si è svolto fino a due anni fa». Quest’anno si prevede una partecipazione massima di 22 concorrenti. Infine si può contattare anche direttamente Paul al numero di cellulare: 347/7714491.

Ascolta la puntata


Qui sotto il video promo del Cantafestival 2016 realizzato da Silvia Stella: