sabato 29 marzo 2014

Scienza e Fede al Festival Biblico


Stefano Periotto, astrofilo e docente di storia della filosofia è l’ospite della puntata in onda questa settimana di Aspettando il festival biblico. A rubrica è realizzata da Radio Voce nel Deserto in collaborazione con Radio Kolbe e in onda anche su Radio Oreb di Vicenza. Durante il festival ci saranno tre incontri chiamati “lectio magistralis” che saranno uno in ogni giorno del festival, quindi uno al 23 maggio “Racconto il senso della vita, da Abramo all'uomo contemporaneo” il secondo giorno si parlerà invece del rapporto tra scienza e fede nell'incontro intitolato “Dell'inizio e dell'origine. Genesi e Big Bang parallele convergenti” e l'ultimo sarà invece un incontro ecumenico dove quattro persone che si confrontano con la Bibbia da punti di vista diversi ed esprimeranno il loro punto di vista personale. L'incontro si intitola infatti: “Quello che noi abbiamo udito, quello che abbiamo veduto con i nostri occhi, quello che contemplammo e che le nostre mani toccarono del Verbo della vita”. Periotto si è soffermato sopratutto sul secondo incontro in programma: «Un astrofilo è un amante del cielo – ha detto Periotto – secondo il significato etimologico della parola, il gruppo astrofili polesani di cui faccio parte esiste dai primi anni '90, abbiamo due strutture a disposizione, una è l'osservatorio astronomico che si trova a SantApollinare, vicino all'istituto agrario e poi c'è il Planetario che si trova a Roverdicrè, quello che ci interessa fare è divulgare la conoscenza del cielo, a livello scientifico ma anche a livello storico e filosofico. Quindi a me fa molto piacere che nel secondo incontro ci possa essere questo contatto tra scienza e fede con due persone di alto livello, Piero Benvenuti (già presidente dell'Istituto nazionale di astrofisica) che è astrofisico e Flavia Marcacci, filosofa della scienza. Poi dovremmo avere il professor Piero Coda, uno dei massimi teologi che abbiamo in Italia, quindi sarà l'occasione per scoprire senz'altro qualcosa di nuovo dal punto di vista della Genesi per quanto riguarda la Bibbia e sull'origine dell'Universo dal punto di vista scientifico.
Ascolta la puntata

Nessun commento:

Posta un commento

Tutte le sfumature di Arte per la libertà

Puntuale anche quest’anno torna la rassegna culturale “Arte per la libertà”. Un ricco calendario di appuntamenti che ci terranno compagnia...

sabato 29 marzo 2014

Scienza e Fede al Festival Biblico


Stefano Periotto, astrofilo e docente di storia della filosofia è l’ospite della puntata in onda questa settimana di Aspettando il festival biblico. A rubrica è realizzata da Radio Voce nel Deserto in collaborazione con Radio Kolbe e in onda anche su Radio Oreb di Vicenza. Durante il festival ci saranno tre incontri chiamati “lectio magistralis” che saranno uno in ogni giorno del festival, quindi uno al 23 maggio “Racconto il senso della vita, da Abramo all'uomo contemporaneo” il secondo giorno si parlerà invece del rapporto tra scienza e fede nell'incontro intitolato “Dell'inizio e dell'origine. Genesi e Big Bang parallele convergenti” e l'ultimo sarà invece un incontro ecumenico dove quattro persone che si confrontano con la Bibbia da punti di vista diversi ed esprimeranno il loro punto di vista personale. L'incontro si intitola infatti: “Quello che noi abbiamo udito, quello che abbiamo veduto con i nostri occhi, quello che contemplammo e che le nostre mani toccarono del Verbo della vita”. Periotto si è soffermato sopratutto sul secondo incontro in programma: «Un astrofilo è un amante del cielo – ha detto Periotto – secondo il significato etimologico della parola, il gruppo astrofili polesani di cui faccio parte esiste dai primi anni '90, abbiamo due strutture a disposizione, una è l'osservatorio astronomico che si trova a SantApollinare, vicino all'istituto agrario e poi c'è il Planetario che si trova a Roverdicrè, quello che ci interessa fare è divulgare la conoscenza del cielo, a livello scientifico ma anche a livello storico e filosofico. Quindi a me fa molto piacere che nel secondo incontro ci possa essere questo contatto tra scienza e fede con due persone di alto livello, Piero Benvenuti (già presidente dell'Istituto nazionale di astrofisica) che è astrofisico e Flavia Marcacci, filosofa della scienza. Poi dovremmo avere il professor Piero Coda, uno dei massimi teologi che abbiamo in Italia, quindi sarà l'occasione per scoprire senz'altro qualcosa di nuovo dal punto di vista della Genesi per quanto riguarda la Bibbia e sull'origine dell'Universo dal punto di vista scientifico.
Ascolta la puntata

Nessun commento:

Posta un commento