lunedì 3 marzo 2014

Le tante soddisfazioni del servizio civile



Nella prima puntata di marzo sono ospiti a Radio Volontariato tre giovani che stanno svolgendo il servizio civile, con un progetto promosso dall’associazione Polesine Solidale. Sono stati ospiti, Federico, Enrico e Sara. Enrico sta svolgendo il servizio presso l’Auser di Ariano Polesine e Porto Viro: «due Auser diverse ma il fine è il medesimo ovvero creare una società migliore. La mia esperienza è interessante perché si fa un po’ di tutto dal bilancio al trasporto sociale, un servizio che ti dà modo di conoscere tante persone interessanti, anziani ancora pieni di vitalità. Ero un po’ preoccupato all’inizio per la differenza d’età, invece queste persone sono molto attive e simpatiche, a volte finito il servizio esco in loro compagnia e mi diverto molto». Sara sta svolgendo il servizio civile presso Pianeta Handicap e sta aiutando le persone con Handicap a vivere in autonomia all’interno di un appartamento: «la mia attività è aiutare le persone in appartamento, sto con loro in cucina, poi sono presente con loro durante la notte. In genere arrivo dopo cena e sto con loro durante la serata cinema e poi li accompagno a letto». Un ambito non facile da affrontare: «Però è una attività divertente, non mi è capitato mai nulla di imbarazzante. Il loro modo di approcciarsi alla realtà rimette in discussione anche il nostro modo di vederla». Federico è già stato ospite da noi con la sua associazione Artinstrada: «svolgo la mia attività di servizio civile in due associazioni, Porta Verta e San Vincenzo de Paoli qui a Rovigo. Quindi sono stato catapultato in un mondo diverso da quello da cui provengo. Avevo a che fare con i giovani mentre adesso mi trovo a contatto con la marginalità e la povertà che sta sempre più affliggendo anche questo nostro territorio. A Porta Verta mi dedico alla cura degli spazi esterni come l’orto e gli animali, ho creato una pagina Facebook. Abbiamo accompagnato un gruppo di giovani durante il social day a fare visita a Porta Verta. Alla San Vincenzo ho gestito un po’ la segreteria e alla sera aiuto alla mensa».







Nessun commento:

Posta un commento

Tutte le sfumature di Arte per la libertà

Puntuale anche quest’anno torna la rassegna culturale “Arte per la libertà”. Un ricco calendario di appuntamenti che ci terranno compagnia...

lunedì 3 marzo 2014

Le tante soddisfazioni del servizio civile



Nella prima puntata di marzo sono ospiti a Radio Volontariato tre giovani che stanno svolgendo il servizio civile, con un progetto promosso dall’associazione Polesine Solidale. Sono stati ospiti, Federico, Enrico e Sara. Enrico sta svolgendo il servizio presso l’Auser di Ariano Polesine e Porto Viro: «due Auser diverse ma il fine è il medesimo ovvero creare una società migliore. La mia esperienza è interessante perché si fa un po’ di tutto dal bilancio al trasporto sociale, un servizio che ti dà modo di conoscere tante persone interessanti, anziani ancora pieni di vitalità. Ero un po’ preoccupato all’inizio per la differenza d’età, invece queste persone sono molto attive e simpatiche, a volte finito il servizio esco in loro compagnia e mi diverto molto». Sara sta svolgendo il servizio civile presso Pianeta Handicap e sta aiutando le persone con Handicap a vivere in autonomia all’interno di un appartamento: «la mia attività è aiutare le persone in appartamento, sto con loro in cucina, poi sono presente con loro durante la notte. In genere arrivo dopo cena e sto con loro durante la serata cinema e poi li accompagno a letto». Un ambito non facile da affrontare: «Però è una attività divertente, non mi è capitato mai nulla di imbarazzante. Il loro modo di approcciarsi alla realtà rimette in discussione anche il nostro modo di vederla». Federico è già stato ospite da noi con la sua associazione Artinstrada: «svolgo la mia attività di servizio civile in due associazioni, Porta Verta e San Vincenzo de Paoli qui a Rovigo. Quindi sono stato catapultato in un mondo diverso da quello da cui provengo. Avevo a che fare con i giovani mentre adesso mi trovo a contatto con la marginalità e la povertà che sta sempre più affliggendo anche questo nostro territorio. A Porta Verta mi dedico alla cura degli spazi esterni come l’orto e gli animali, ho creato una pagina Facebook. Abbiamo accompagnato un gruppo di giovani durante il social day a fare visita a Porta Verta. Alla San Vincenzo ho gestito un po’ la segreteria e alla sera aiuto alla mensa».







Nessun commento:

Posta un commento