lunedì 30 dicembre 2013

Indomita, la straordinaria vita di Maria Antonietta Avanzo


Il nostro Polesine è una terra ricca di personaggi di spicco. Persone formidabili, dotate di intelligenza, capacità, coraggio, spirito di avventura. Persone che magari hanno compiuto imprese al confine con la leggenda e che lo stesso quasi inspiegabilmente sono finite nel dimenticatoio collettivo. Ma per fortuna c’è qualcuno che va a frugare nel cestino della memoria e ripesca queste personalità ricollocandole nel posto d’onore che gli spetta. E’ il caso di Maria Antonietta Avanzo, temeraria automobilista dell’inizio dell’800 pioniera dell’automobilismo e se vogliamo dell’emancipazione femminile. A farcela riscoprire è il libro intitolato “Indomita, la straordinaria vita di Maria Antonietta Avanzo” curato da Luca Malin, graphic designer con il pallino della ricerca storica e presentato ai nostri ascoltatori nella recente puntata di Ponte Radio a cui ha partecipato assieme all’assessore provinciale alla Cultura, Laura Negri. Il libro infatti è stato realizzato anche grazie al sostegno della Provincia di Rovigo.

sabato 21 dicembre 2013

Dal basso all'alto: spazio ai giovani




Raddoppiano le puntate di Radio Volontariato, infatti questo mese sono ospiti quattro giovani che appartengono ai forum giovanili della provincia di Rovigo. Intervistati da Francesco Casoni hanno partecipato Giulia Di Vita e Martina Bonfante del Forum di Canda, Giorgio Mantovani del Forum di Lendinara e Valerio Bragante del Forum di Frassinelle. Sono venuti in radio per parlare del progetto “Dal basso all’alto, spazio ai giovani”, un progetto che già dal titolo fa capire che si tratta di un progetto che intende fare parlare i giovani e per raccogliere dei contenuti. «Il progetto – ha spiegato Martina - è nato dalla collaborazione di due forum giovani che sono quello di Lendinara e di Canda. L’idea era quella di condividere qualche esperienza e di sviluppare delle tematiche che sono molto care a noi giovani ma che spesso non capiamo o di cui non parliamo mai abbiamo perciò deciso di rivolgerci ad una associazione no profit e grazie a questa siamo riusciti a sviluppare questo progetto europeo, perché fa parte del programma “Gioventù in azione”. Principalmente il progetto aveva due scopi: la partecipazione attiva dei giovani che spesso sono al di fuori delle politiche o non sono ascoltati oppure sono loro che non vogliono essere coinvolti. L’altro scopo era quello di fare uscire dall’isolamento il Polesine e fare capire che anche noi ci siamo e che ci sono giovani che hanno interesse a fare qualcosa». 

Ospite Federico Andriolli delle Posse Rossoblù


Nella terza puntata di Linea di Meta, il nuovo programma dedicato alla palla ovale e condotto da Andrea Nalio è ospite Federico Andriolli presidente delle “Posse Rossoblù”. Assieme hanno commentato il terzo turno del campionato di eccellenza, che ha visto il Rovigo vincere a San Donà per 27 a 21. “Il Rovigo quest’anno ci sta dando soddisfazioni, - ha detto Federico - penso che anche in futuro continueremo di questo passo. Anche se non giochiamo bene vinciamo, poi visto che abbiamo dei tre quarti molto forti, in primavera quando i campi saranno in condizioni migliori penso che ci sarà da divertirsi in ogni caso, anche se non necessariamente in termini di risultati ma almeno il bel gioco sarà assicurato». 

venerdì 20 dicembre 2013

Arab Rovigo fa gli auguri di Natale


Valentina e Dounia hanno dedicato una puntata alla Festa del Natale. Come è noto, il Natale è puramente una festa Cristiana, ma sicuramente anche le donne e gli uomini immigrati, di origine musulmana, che vivono in Italia e nella nostra provincia in particolare, si sentono in questi giorni coinvolti dal clima di festa e di euforia generale. 

lunedì 16 dicembre 2013

Il Gruppo Appartamento di Pianeta Handicap



Il Gruppo appartamento è il nuovo progetto dell’Associazione Pianeta Handicap. L’intervista della puntata di Radio Volontariato in onda in questi giorni, ad una giovane volontaria dell’associazione, Elisabetta, è stata il pretesto per farci raccontare di cosa si tratta. Anzitutto, Francesco Casoni ha iniziato, chiedendo alla sua ospite di spiegare a coloro che ancora non la conoscessero, cos’è e di cosa si occupa l’associazione: «Pianeta Handicap promuove l’integrazione di persone disabili adulte – ha detto Elisabetta - attraverso diverse attività come il basket o il laboratorio della ceramica e ormai da diversi anni con il progetto di autonomia durante i weekend.

martedì 3 dicembre 2013

I servizi del Patronato Inca Cgil spiegati da Morena Rizzi


Arab Rovigo ospita Morena Rizzi, direttrice degli uffici del patronato Inca (Istituto nazionale confederale di assistenza) della Cgil di Badia Polesine. Dounia e Valentina hanno trattato con lei le tematiche riguardanti i diritti della pensione e della disoccupazione. «La Cgil è la confederazione italiana dei lavoratori – ha spiegato Morena – ci occupiamo di tutte le tematiche inerenti il lavoro, la previdenza e l’assistenza. Noi come patronato ci focalizziamo sulla tutela dei diritti individuali che sono le disoccupazioni, le pensioni di qualsiasi natura, le invalidità civili gli assegni familiari, rinnovo dei permessi di soggiorno per gli stranieri e poi all’interno della Cgil ci sono tantissimi altri servizi, c’è uno sportello per gli inquilini, uno per il mobbing, un servizio vertenze per chi vanta crediti nei confronti dei datori di lavoro e ci sono tutte le categorie appartenenti ai vari settori lavorativi». 

Nollywood..sì abbiamo scritto bene! E' il cinema nigeriano


Non è Hollywood e forse anche per questo l’hanno chiamata Nollywood. Non ha gli attori, i capitali, la storia del cinema americano. Ma in quanto ad entusiasmo non li bette nessuno. Nollywood è infatti la casa di produzione della Nigeria e la Nigeria è il secondo paesa al mondo per numero di film prodotti. Per fare conoscere il cinema Nigeriano agli ascoltatori di Radio Kolbe, Nicole e Sophie, promotrici dell’iniziativa, sono venute in radio a “Per un pugno di film”, la scorsa settimana. Per fare conoscere il cinema Nigeriano ai rodigini, hanno organizzato un rassegna senza titolo di film africani. A dire il vero non sono molti. Hanno fatto un cartone animato made in Sudafrica intitolato Zambezia, già mandato sugli schermi del teatro don Bosco domenica scorsa, ed un altro film in prima visione italiana che sarà proiettato sabato 7 dicembre alle 17.30 e che ha come titolo “The Champion Sportsman” di Azubuike Erinugha.

Linea di meta con Roberto Roversi



Secondo appuntamento con Linea di meta, la nuova rubrica dedicata al rugby in onda su Radio Kolbe, condotta da Andrea Nalio. Ospite in studio è stato Roberto Roversi, giornalista sportivo ed assieme hanno commentato le prestazioni delle squadre polesane nell’ultimo weekend. Un weekend positivo in quanto tutte le polesane, ad eccezione del Lendinara hanno vinto. Ha vinto il Rovigo a Reggio Emilia (26 a 13) ed hanno vinto pure il Badia Polesine, Villadose e Frassinelle. 

venerdì 29 novembre 2013

Giovani volontarie ospiti a Coast to Coast


Ospiti della puntata di Coast to coast in onda questa settimana sono Giulia, Sophie e Marina. Sono tre ragazze che stanno facendo volontariato con i senza fissa dimora con Arcisolidarietà. Sophie è Belga, Marina è spagnola di Madrid. Giulia e Marina erano già state in radio ospiti di Radio Volontariato. In questo caso hanno raccontato come hanno trascorso la notte dei senza fissa dimora, svoltasi di recente a Rovigo. «Abbiamo cominciato alle 18 con una festa - ha detto Sophie - e abbiamo proiettato un filmato che si chiama “Sette miliardi di altri”, che parla di un francese che ha girato il mondo facendo la stessa domanda a settemila persone sulla differenza tra avere una casa e non averla. Poi abbiamo bevuto del thé africano mentre i volontari di Artinstrada hanno fatto uno spettacolo di giocoleria con il fuoco». «Lo abbiamo fatto a quell’ora - ha detto Giulia - perchè c’è gente che arriva con il treno e quindi volevamo attirare la loro attenzione. Abbiamo poi allestito una camera, con il letto ed il comodino e tutto ma a cielo aperto per rendere più scioccante l’impatto visivo. Perchè uno quando è a letto si sente al sicuro invece lì non c’è niente che copre e che dà sicurezza. Volevamo creare un po’ di curiosità nelle persone che passavano».
*************************************************************
La settimana scorsa invece era stato ospite Andrea Nalio

La palla ovale entra in radio


Ha già debuttato questa settimana la nuova rubrica “Linea di Meta”, un programma che si occupa di rugby e come sappiamo quello della palla ovale è indubbiamente lo sport simbolo della città di Rovigo. E’ condotto da Andrea Nalio, giovane giornalista che da tempo si occupa di questa disciplina e che ha come ospite ogni settimana un giornalista, un tecnico o qualche giocatore del rugby polesano.

martedì 26 novembre 2013

Alberto Gambato ci racconta il Festival di Roma



Da un po’ di giorni ormai è calato il sipario sulla Festa del cinema di Roma. Tra coloro che lo hanno seguito da vicino c’era il nostro Alberto Gambato che è venuto in radio per portarci le sue impressioni a riflettori spenti. Incalzato da Simone ci ha presi su e ci ha fatto fare un giro sul treno delle emozioni vissute ad occhi spalancati durante quelle giornate di bobine fatte girare a più non posso. «C’ero stato nel 2006  a Roma alla prima edizione ma non mi era piaciuta. Non mi piace il luogo dove viene fatto, nel quartiere Prati, dove ci sono ancora gli impianti  delle Olimpiadi del 1960. Lì mancano completamente le strutture ricettive, bar ristoranti, alberghi ecc. con la metro non ci si arriva direttamente. Poi l’auditorium è una struttura fredda, non ha nulla di quella malinconia, di quella atmosfere che possono avere Cannes o il Lido.

Il manuale dei tuoi perchè



Un libro nato al telefono. Parlando. Scambiandosi opinioni. Cercando risposte alle proprie domande, ai tanti perché di ogni giorno.  Confidenze sentimentali messe nero su bianco in un piccolo manuale. “Il manuale dei tuoi perché”. Perché i “perché” di Marika Zago e Fabio Faggion sono i perché di tutti noi. Più o meno. Le situazioni che portano alle domande magari sono diverse, ma le risposte che si cercano alla fine sono le stesse. Marika e Fabio hanno deciso di scrivere questo opuscolo per Alberto Brigo Editore e noi ne abbiamo voluto sapere di più, invitandoli alla radio per intervistarli per sapere il perché avevano deciso di scrivere un libro sui perché. Per entrambi si tratta del debutto editoriale «Con Marika ci siamo conosciuti e ci siamo trovati subito in sintonia – dice Fabio – poi dopo un anno che ci conoscevamo, era una giornata di Pasquetta abbiamo iniziato a parlare delle situazioni che avevamo vissuto ed le ho proposto di mettere nero su bianco le risposte che noi cercavamo, lei non sembrava molto convinta ma il giorno dopo mi ha mandato una mail ed io ho scoperto  anche il suo modo di scrivere che mi è piaciuto molto». 

mercoledì 20 novembre 2013

Il mistero della Dama di Chiunsano


Il Polesine è una terra di misteri. Ogni tanto ne emerge qualcuno di nuovo. Uno di questi misteri prova a svelarlo Sondra Coizzi (nella foto al centro), nel suo romanzo “La Dama di Chiunsano” pubblicato da Alberto Brigo Editore. Romanzo che ci presenta nella rubrica “Ponte Radio”. Chiunsano è una località nella campagna Polesana, tra Gaiba e Ficarolo dove sono stati trovati i resti di una villa rustica romana e dove nel 1992 fu rinvenuto il corpo di una donna germanica del V secolo, di età matura, sepolta con tantissimi gioielli di oreficeria barbarica, sotto l’antica pavimentazione della domus. Da qui è nata l’ispirazione di Sondra che ha immaginato nelle pagine di questo libro, chi potesse essere questa persona che lei ha ribattezzato con il nome di Amalia. 

lunedì 18 novembre 2013

L'importanza degli screening per prevenire i tumori



Nella puntata di Arab Rovigo in onda questa settimana è ospite Anna Stomeo dirigente medico che si occupa della programmazione e della valutazione degli screening oncologici per l’Ulss 18. Secondo le statistiche una donna su otto contrae il tumore al seno per questo la prevenzione è la prima medicina ed è quindi fondamentale fare conoscere  a ogni cittadino come riconoscere e come curare e soprattutto affrontare il difficile percorso che ogni patologia impone al paziente. Dounia e Valentina hanno quindi voluto fare una puntata per comunicare alle donne italiane e alle donne di origini marocchine, che sono magari meno informate come sottoporsi agli screening oncologici. «Prevenzione vuol dire fare qualcosa in grado di diagnosticare la malattia prima che si manifesti - ha detto la Stomeo - lo screening è proprio l’intervento che permette fare una diagnosi precoce anche al fine di riconoscere eventualmente il tumore quando è all’inizio, quindi adottando un intervento meno invasivo. Il test di screening viene condotto su una popolazione apparentemente sana.

sabato 16 novembre 2013

Franco Callegaro. Quando scrivere poesie è quasi un destino



Tutto è iniziato un giorno come gli altri, mentre Franco tornava dal lavoro, lungo una strada di campagna.Solo che quel giorno si è trovato davanti un affascinante tramonto. Tanto affascinante da fargli decidere di accostare la sua automobile per fermarsi ad ammirarlo. Solo con se stesso. Questo succedeva quattordici anni fa. L’incontro con quel tramonto è stato anche il suo incontro con la poesia. E da allora non l’ha più lasciata.

venerdì 15 novembre 2013

Andrea Tincani a "Per un Pugno di Film"



Questa settimana il nostro giro del mondo in 80 personaggi del cinema, fa un momento di sosta, perché è tornato a trovarci l'esperto di cinema Andrea Tincani che ci ha parlato della rassegna dell'Arci di Rovigo, "Il cinema in città", in corso di svolgimento presso il Teatro don Bosco di Rovigo e che anzi si avvicina alla conclusione. Le proiezioni sono gratuite e si tengono ogni giovedì sera. Giovedì 14 è stato proiettato il Faust di Sukurov: «Un film importante della storia del cinema. E' un film molto difficile perchè è uno di quei film in cui il regista è molto più colto degli spettatori medi. Poi la cosa che si gode è proprio la messa in scena del film e per un pubblico abituato agli effetti speciali è qualcosa di molto partocolare, perchè lui fa uso solamente di trucchi ottici, quindi usa le lenti e gli obiettivi come si poteva fare dieci anni fa quindi non c'è l'uso del digitale e con attori molto bravi. Il film è stato presentato dal professor Gambato. Giovedì 21 novembre sarà la volta di "Qualcosa nell'aria", che racconta le vicissitudini di un gruppo di ragazzi che fanno il liceo dopo i fatti del '68 e che scoprono l'impegno politico. E' uno dei miei preferiti. Poi chiuderemo in leggerezza, il 28 novembre, con un film melodrammatico, che si chiama "Treno di notte per Lisbona", anche qui con attori importanti ed è la storia di una ricerca degli effetti  una vicenda avvenuta durante la rivoluzione dei garofani in Portogallo e c'è un bel quadro di descrizione sia dell'ambiente ma anche della vicenda amorosa che non è banale. E' un film di estrema gradevolezza». 

domenica 10 novembre 2013

Per un pugno di film: Il giro del mondo in 80 personaggi del cinema


Continua la rubrica "Per un pugno di film", con il solo Simone Munaro al timone (visto che l'amico Denis ha momentaneamente lasciato la nave per raggiungere altri porti) e così con Simone e l'inespertissimo sottoscritto abbiamo iniziato un viaggio alla scoperta dei personaggi del cinema. 
L'idea è nata un po' casualmente dopo avere passato un pomeriggio ad ascoltare e a scoprire Rick Battaglia attore polesano. Abbiamo così intrapreso una strada, navigando a vista, che non sappiamo bene dove ci porterà, perchè gli unici riferimenti che abbiamo sono collegamenti (links) che ogni volta scopriamo, tra i vari attori e registi, e così per il fatto che Battaglia ha lavorato con Sergio Leone, ci siamo lanciato alla scoperta del regista italiano, poi per il fatto che questi è stato plagiato da Akira Kurosawa, abbiamo voluto scoprire chi era e poi per il fatto che Akira Kurosawa ha fatto ben 16 film con Toshiro Mifune abbiamo voluto saperne di più anche su di lui e poi abbiamo scoperto che un regista danese, Lars Von Trier ha fatto un film priprio sull'attore giapponese, ci siamo lanciati alla scoperta anche della vita e opere anche del regista danese... di chi parleremo la prossima puntata? Lo scoprirete seguendo le nostre puntate. 

Puntata del 25 ottobre 2013 (Akira Kurosawa)

Puntata del 1 novembre 2013 (Toshiro Mifune)

Puntata del 8 novembre 2013 (Lars Von Trier)


Giulia e Marina aiutano i senza fissa dimora




Due esperienze di volontariato diverse ma per la stessa associazione. Le ospiti della puntata di Radio Volontariato per il mese di novembre sono Giulia Rociola e Marina Puyol che prestano servizio presso l'Arcisolidarietà di Rovigo. «Arcisolidarietà – ha detto Giulia – è una associazione che si occupa di persone senza fissa dimora e anche di persone che sono arrivate in Italia a seguito dell’emergenza nord-Africa. Ha un asilo notturno a cui le persone che si trovano in difficoltà economica ma anche di relazione, difficoltà affettive,  possono rivolgersi. Possono trovare ospitalità dalle ore 20 (durante il periodo invernale e dalle 21 nel periodo estivo) e possono rimare per la notte fino alle 7 della mattina, orario in cui noi volontarie andiamo per preparare le colazioni». 

martedì 5 novembre 2013

Alberto, da Lusia all'Inghilterra per imparare l'inglese


Ospite della settimana puntata di “Polesine Coast to coast”, la voce giovane di Radio Kolbe, è stato Alberto Pomaro di Lusia che dopo la laurea triennale in ingegneria gestionale ha trascorso un periodo in Inghilterra a Eastburne per migliorare il suo rapporto con la lingua inglese. “Andando in Inghilterra impari la lingua ma non tanto studiando, piuttosto parlandola con gli altri stranieri che sono lì per studiare come te. Sono stato ospite in una famiglia, composta da una mamma con due figlie ed un figlio. Alberto ha proposto agli ascoltatori la canzone di Max Pezzali, “Io ci sarò”. Ed ha aggiunto: «ero in una scuola inglese, dove si studiava grammatica. Le uniche difficoltà che ho trovato sono state un po’ all’inizio, nei primi giorni, poi mi sono ambientato. C’erano anche attività ludiche, come partite a calcetto ecc. E’ una esperienza che rifarei certamente e la consiglio sicuramente a tutti i ragazzi che vogliono migliorare la propria capacità linguistica». I conduttori Thomas e Alberto, gli hanno chiesto se è disponibile a trasferirsi all’estero per lavoro: «Si, lo farei, ma la cosa importante sarebbe apprendere delle capacità, le conoscenze all’estero e importarle nel nostro paese, per costruire qualcosa di buono anche nel nostro paese, nella nostra nazione». Quando non va in Inghilterra Alberto si dà da fare come animatore in parrocchia ed ora sta preparando i ragazzi a ricevere la Santa Cresima. I ragazzi hanno quindi concluso la puntata commentando un twitt di Papa Francesco. 


venerdì 25 ottobre 2013

Il rovescio del Tao. Un libro per vincere la paura del diverso.


“Il rovescio del Tao” è il romanzo scritto da Francesca De Luca. Originaria di Chioggia, giornalista che scrive per “corriereimmigrazione.it”, giornale specializzato appunto sulle tematiche dell’immigrazione. Laureata all’Università Ca’ Foscari. I protagonisti del libro sono Alice, di origine ghanese e quindi di pelle scura e che rappresenta la parte nera del Tao e Leonardo, italiano, bianco che quindi rappresenta la parte bianca del simbolo orientale. Solo che questa volta il personaggio positivo è quello rappresentato dal nero mentre il personaggio di pelle chiara, il bianco è il negativo. Ed ecco che si spiega il titolo: «Il romanzo ha una storia particolare – ci ha raccontato Francesca in radio - l’ho scritto quando avevo diciannove anni, perché avevo visto che c’era un concorso letterario, indetto da Editore Firenze Libri che invitava i giovani scrittori a presentare delle opere inedite. 

lunedì 21 ottobre 2013

Prosegue il viaggio "Coast to Coast" (puntate 3 - 4- 5)

Continuano anche le puntate di Coast to Coast, programma condotto da Thomas Papparella e da Alberto Boldrini assistiti in regia da Enrico De Stefani e Davide Trevisan nella terza puntata hanno intervistato don Fabio Finotello, responsabile della pastorale giovanile per la nostra diocesi. Nelle quarta puntata invece hanno ospitato don Piero Mandruzzato, che era stato il predecessore di don Fabio alla guida della Pastorale Giovanile. Nella quinta puntata invece è stato ospite Federico Grandesso, che è autore del libro "A ruota libera, cinquantamila chilometri con il cancro alle spalle", edito da Alberto Brigo. 




Un mese dedicato agli anziani e alla prevenzione del tumore al seno


Il mese di ottobre vede l’Assessorato ai Servizi Sociali e volontariato della Provincia di Rovigo impegnato su due fronti: quello degli anziani e quello della prevenzione del tumore al seno. Per parlare delle iniziative messe in campo dall’Ente Provinciale in questo mese abbiamo avuto come ospite nei nostri studi, l’assessore Marinella Mantovani. Per quanto concerne l’ottobre mese dell’anziano «sappiamo che gli anziani sono una grande risorsa e da questa consapevolezza è partita la necessità da parte della Provincia di investire sugli anziani dal punto di vista culturale e quindi abbiamo pensato di promuovere per tutto il mese di ottobre su tutto il territorio polesano, iniziative dedicate agli anziani». Nel 2009 è stato siglato un protocollo apposito da parte dei comuni perché riconoscessero l’anziano come risorsa e perché applicassero all’interno della propria comunità una serie di politiche a favore degli anziani. Siamo poi partiti con questo contenitore di iniziative che è stato reso possibile grazie alla rete, alle collaborazioni che come provincia abbiamo messo assieme, perché è vero che come provincia non abbiamo competenze dirette nell’erogare servizi ma abbiamo un ruolo di coordinamento. Abbiamo messo assieme le aziende sanitarie, le associazioni di volontariato che si occupano di anziani, i sindacati dei pensionati, cioè tutti quei soggetti che gravitano attorno al pianeta anziani». 

venerdì 11 ottobre 2013

Volontariato all'Unitalsi: roba da giovani



Radio Volontariato questo mese ci fa conoscere due giovani volontari dell’Unitalsi, Giacomo e Noemi. Ai microfoni di Francesco Casoni sono partiti raccontando cos’è l’Unitalsi (letteralmente Unione nazionale italiana trasporto ammalati a Lourdes e santuari italiani): «in poche parole – ha detto Noemi – si tratta di una associazione di volontariato che ha lo scopo di dare il proprio tempo a persone che si trovano in difficoltà. E’ stata fondata da un disabile, per questo cerchiamo di mettere al centro del nostro interesse le persone disabili. Questo disabile era stato invitato ad andare a Lourdes, lui ha accettato ma con l’intenzione di spararsi una volta arrivato sotto la grotta. Quando fu lì però vide gli ammalati e le persone che li assistevano e in quel momento cambiò idea. Le attività più conosciute sono appunto l’accompagnamento degli ammalati ai pellegrinaggi, specialmente a Lourdes con i treni bianchi. L’opera dell’Unitalsi però non si ferma lì ma è un lavoro che dura tutti i giorni». Giacomo che ha solo 18 anni, ha spiegato perché ha scelto di fare parte dell’Unitalsi: «a livello personale mi ha spinto una ragazza che è in classe con me e che è in sedia a rotelle, convivendoci per un intero anno scolastico con queste persone impari ad apprezzare quello che tu hai e che loro non hanno, come semplicemente la possibilità di andare a correre oppure essere liberi di andare dove vogliono. 

venerdì 4 ottobre 2013

Un corso per volontari dello Sportello Pinocchio


Da quasi due anni è attivo nella nostra città lo Sportello Pinocchio. Si tratta di un servizio rivolto ai minori che si sono resi autori di reati nel territorio polesano. E’ stato attivato dal Centro Francescano di Ascolto ed è svolto in collaborazione con l’Ufficio Servizi Sociali Minorenni del dipartimento della Giustizia Minorile di Mestre. E’ un servizio che si regge sul volontariato, come tutti i servizi attivati dal Centro Francescano. E’ necessario però che i volontari che si apprestano a svolgere tale servizio siano preparati. Per questo il Centro Francescano in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato organizza un corso di formazione rivolto a nuovi volontari intitolato appunto: «Minori: da problema a risorsa». Ne parliamo questa settimana a Ponte Radio con Livio Ferrari, direttore del Centro Francescano di Ascolto. Come ha spiegato Ferrari «Il corso è destinato a coloro che possono essere interessati a diventare operatori volontari all’interno dello Sportello Pinocchio, che ha appunto il compito di aiutare, sostenere, promuovere percorsi di crescita dei minori ed adolescenti al fine di favorire lo sviluppo delle condizioni di benessere individuali attraverso interventi diretti ai minori stessi, ai loro genitori, alla loro famiglia, agli adulti di riferimento». 

Il Centro Mariano a Radio Kolbe



Torna anche quest'anno "Il centro mariano a Radio Kolbe", rubrica di formazione mariana e informazione curata appunto dalle Serve di Maria Riparatrici del Centro Mariano Beata Vergine Addolorata di Rovigo. 

Halima ci presenta il Festival Italomarocchino




Dounia e Valentina ospitano questa settimana Halima Benbouchaib (nella foto al centro) di nazionalità marocchina che negli anni ‘80 ha lavorato anche nella televisione. Poi una volta arrivata in Italia, ha cominciato a dedicarsi al sociale, nell’area del Triveneto. L’intervista è stata l’occasione per parlare dei progetti che hanno avuto successo proprio in tema di integrazione della popolazione marocchina nel Triveneto. «Io collaboro anche con associazioni italiane e non solo marocchine, tra cui Avis, Aido e Pianeta Donna, che si occupa della prevenzione del tumore al seno delle donne». Halima poi ha parlato del Festival Italomarocchino giunto alla seconda edizione e che si è svolto proprio in questi giorni. «La finalità di questo festival - ha detto Halima - è fare conoscere agli italiani, le abitudini, gli usi e i costumi del Marocco ma anche di altre nazionalità.


martedì 1 ottobre 2013

La nostra GMG a Rio de Janeiro





Questa settimana è in onda la seconda puntata di Polesine Coast to coast, la nuova rubrica in onda sulle nostre frequenze, condotta dai giovani per i giovani. Questa volta Thomas Paparella e Alberto Boldrini, conduttori, coadiuvati in regia da Enrico De Stefani e da Davide Trevisan, ospitano in studio Silvia e Marta della parrocchia di Borsea, che hanno vissuto l’esperienza della GMG di Rio de Janeiro 2013. Esperienza che in questi mesi hanno già avuto modo di raccontare in alcune parrocchie, come quella di Adria e di Lusia e che sono disponibili a presentare anche in altre parrocchie che dovessero richiederla. Loro facevano parte di un gruppo di ragazzi che sono stati accompagnati da don Fabio Finotello. 

giovedì 26 settembre 2013

Il Teatro alla radio: "L'ultimo paro de ore"




Abbiamo avuto il piacere di ospitare nei nostri studi la compagnia teatrale “La bottega dei commedianti”, che ha interpretato per i radioascoltatori di Radio Kolbe, la commedia intitolata “L’ultimo paro de ore”, commedia brillante in dialetto Veneto, scritta da Severino Zennaro. Gli interpreti della commedia sono: Emanuela Fogato (Agnese, la sposa), Renzo Chiarato (Giulio, lo sposo), Enzo Mancini (Orazio, il testimone), Lucia Osti (Anna, fidanzata di Orazio), Elena Rainero (la cameriera Silvia), Guido Moreni (direttore dell’albergo). La voce fuori campo è quella di Fabio Marangoni. La vicenda è quella di Agnese e Giulio per i quali è finalmente giunto il grande giorno del matrimonio .. o almeno così dovrebbe essere nelle loro intenzioni…

Quella bici che affronta le grandi salite



Il giorno 11 settembre 2013 sono stato ospite, nella puntata condotta dal mio ormai inseparabile compagno di radio Christian Rosa e diretta da Roberto Giannese, di Ponte Radio. Nei trenta minuti di trasmissione, conditi come sempre da alcuni brani musicali in tema con l’argomento del giorno, ho così potuto raccontare il percorso verso la conquista del mio secondo scudetto consecutivo del Prestigio, il circuito amatoriale ciclistico di maggiore caratura a livello nazionale. Come l’anno precedente, la mia avventura è iniziata ad aprile con la gran fondo del Sale a Cervia in una giornata caratterizzata da nebbia e freddo proseguendo poi, in un primo maggio decisamente primaverile, con la Dieci Colli di Bologna e quindi con la mitica Nove Colli di Cesenatico, una vera festa di gente come non si vede da nessun’altra parte.

venerdì 20 settembre 2013

Arriva Polesine Coast to coast! Il programma dei giovani!



“Ciao, ragazzi!” Da Radio Kolbe iniziano a dialogare con tutti, giovani e non, quattro ragazzi che desiderano portare una parola di fiducia, di gioia e di ottimismo a tutti. La loro rubrica che inizia ad an- dare in onda la prossima settimana si chiama “Polesine coast to coast” e fa riferimento sicuramente a tutto il nostro territorio dall’Adige al Po, vista la conformazione della nostra provincia. A condurre sono: Alberto Boldrini e Thomas Paparella. Fanno assistenza dalla regia Davide Trevisan ed Enrico De Stefani. Si sono presentati con semplicità e con qualche timore alla radio e Radio Kolbe li ha accolti a braccia aperte soprattutto in riferimento all’obiettivo che si propongono e che spiegano nella prima puntata: quello del sorriso, della gioia e della fiducia da una parte e quello dell’incontro con tutte le persone dall’altra.

Abbiamo insegnato l'Hip hop ai bambini di Chernobyl



Sono stati ospiti della puntata di Radio Volontariato tre ragazzi, Michele, Efrem ed Andrea accompagnati da Annalisa, volontaria di Servizio Civile presso l’associazione Olga di Rovigo. Olga è una associazione di Rovigo ed ha anche una casa a Lendinara, che è l’ex scuola media, dove vengono ospitati bambini e ragazzi in vacanza terapeutica. Fa capo alla Fondazione nazionale, nata a Terni circa 20 anni fa, dopo il disastro della centrale nucleare di Chernobyl in Ucraina, avvenuto nel 1986. Alcuni anni dopo si sono attivati dei comitati in tutta Italia, uno di questi è proprio Olga. Dopo 27 anni ci sono dunque ancora bambini che vengono in vacanza in Italia, anche se sono diminuiti rispetto ad alcuni anni fa. I bambini quando arrivano in Italia sono ospitati dalle famiglie e nel nostro caso li abbiamo accolti appunto nella ex scuola media di Lendinara e a loro, quest’anno abbiamo insegnato un po’ di Hip Hop, grazie ai nostri tre giovani volontari che si sono messi a disposizione per un mese collaborando con gli altri volontari».

giovedì 12 settembre 2013

Il primo console marocchino del Triveneto


Nello scorso mese di luglio è stata organizzata dalla Società civile marocchina una grande festa di commiato dedicata al console uscente del Regno del Marocco nel Triveneto, M’hamed El Hilali per festeggiare la fine dei suoi cinque anni di mandato. 
Per parlare di questo evento e per ringraziare il Console la rubrica Arab Rovigo lo ha ospitato nei giorni scorsi nei nostri studi. Il Console è stato accompagnato per l’occasione da Moulay Zidane Amrani, anch’egli di origine marocchina, insegnante ed esperto d’arte. Dounia e Valentina, le due conduttrici del programma hanno rivolto al Console numerose domande.  Un mandato importante perché M’hamed El Hilali è stato il primo Console del Marocco nel Triveneto. Durante l’intervista Zidane ha chiesto le sue impressioni sui cinque anni trascorsi a Verona.  

Il Cohousing sociale made in Rovigo



Nella prossima puntata di Ponte Radio, avremo modo di capire cos’è il cohousing, intervistando Annalisa Roveroni, presidente della Cooperativa Civic. Il termine cohousing è utilizzato per definire degli insediamenti abitativi composti da alloggi privati corredati da ampi spazi (coperti e scoperti) destinati all'uso comune e alla condivisione tra i “cohousers”. Tra i servizi collettivi vi possono essere ampie cucine, lavanderie, spazi per gli ospiti, laboratori per il fai da te, spazi gioco per i bambini, palestra, piscina, internet cafè, biblioteca e altro. «Si tratta di superare il modello abitativo della famiglia ristretta – ha detto Annalisa -  totalmente indipendente che separa e crea isolamento e solitudine, per scegliere una nuova etica dell’abitare - che unisce privacy e cooperazione - in quanto creatrice di una migliore qualità della vita e un maggiore benessere sociale, economico e ambientale per i singoli, donne e uomini, bambini e anziani e per la colletività. 

domenica 8 settembre 2013

Dietro le quinte della Celebrazione di Beatificazione




In vista del Grande evento in programma sabato prossimo, 7 settembre, in cui sarà Beatificata la Serva di Dio Maria Bolognesi, Radio Kolbe ha propone una puntata speciale della rubrica “Sulle ali di Maria Bolognesi”. Nel corso della puntata Ludovica Mazzucato intervista don Diego Pisani, liturgista, che ha curato la celebrazione eucaristica che si terrà in piazza XX settembre.
«Dopo un iter di beatificazione durato solo 20 anni, la Diocesi di Adria-Rovigo avrà la prima Beata  laica della sua storia – ha detto Ludovica – infatti il 2 maggio 2013 Papa Francesco ha autorizzato la Contrazione per la Causa dei Santi a promulgare il decreto di Beatificazione per Maria Bolognesi». Il comitato presieduto dal Vescovo Soravito si è rimboccato così le maniche e in pochi mesi ha messo in modo la macchina organizzativa.

lunedì 30 dicembre 2013

Indomita, la straordinaria vita di Maria Antonietta Avanzo


Il nostro Polesine è una terra ricca di personaggi di spicco. Persone formidabili, dotate di intelligenza, capacità, coraggio, spirito di avventura. Persone che magari hanno compiuto imprese al confine con la leggenda e che lo stesso quasi inspiegabilmente sono finite nel dimenticatoio collettivo. Ma per fortuna c’è qualcuno che va a frugare nel cestino della memoria e ripesca queste personalità ricollocandole nel posto d’onore che gli spetta. E’ il caso di Maria Antonietta Avanzo, temeraria automobilista dell’inizio dell’800 pioniera dell’automobilismo e se vogliamo dell’emancipazione femminile. A farcela riscoprire è il libro intitolato “Indomita, la straordinaria vita di Maria Antonietta Avanzo” curato da Luca Malin, graphic designer con il pallino della ricerca storica e presentato ai nostri ascoltatori nella recente puntata di Ponte Radio a cui ha partecipato assieme all’assessore provinciale alla Cultura, Laura Negri. Il libro infatti è stato realizzato anche grazie al sostegno della Provincia di Rovigo.

sabato 21 dicembre 2013

Dal basso all'alto: spazio ai giovani




Raddoppiano le puntate di Radio Volontariato, infatti questo mese sono ospiti quattro giovani che appartengono ai forum giovanili della provincia di Rovigo. Intervistati da Francesco Casoni hanno partecipato Giulia Di Vita e Martina Bonfante del Forum di Canda, Giorgio Mantovani del Forum di Lendinara e Valerio Bragante del Forum di Frassinelle. Sono venuti in radio per parlare del progetto “Dal basso all’alto, spazio ai giovani”, un progetto che già dal titolo fa capire che si tratta di un progetto che intende fare parlare i giovani e per raccogliere dei contenuti. «Il progetto – ha spiegato Martina - è nato dalla collaborazione di due forum giovani che sono quello di Lendinara e di Canda. L’idea era quella di condividere qualche esperienza e di sviluppare delle tematiche che sono molto care a noi giovani ma che spesso non capiamo o di cui non parliamo mai abbiamo perciò deciso di rivolgerci ad una associazione no profit e grazie a questa siamo riusciti a sviluppare questo progetto europeo, perché fa parte del programma “Gioventù in azione”. Principalmente il progetto aveva due scopi: la partecipazione attiva dei giovani che spesso sono al di fuori delle politiche o non sono ascoltati oppure sono loro che non vogliono essere coinvolti. L’altro scopo era quello di fare uscire dall’isolamento il Polesine e fare capire che anche noi ci siamo e che ci sono giovani che hanno interesse a fare qualcosa». 

Ospite Federico Andriolli delle Posse Rossoblù


Nella terza puntata di Linea di Meta, il nuovo programma dedicato alla palla ovale e condotto da Andrea Nalio è ospite Federico Andriolli presidente delle “Posse Rossoblù”. Assieme hanno commentato il terzo turno del campionato di eccellenza, che ha visto il Rovigo vincere a San Donà per 27 a 21. “Il Rovigo quest’anno ci sta dando soddisfazioni, - ha detto Federico - penso che anche in futuro continueremo di questo passo. Anche se non giochiamo bene vinciamo, poi visto che abbiamo dei tre quarti molto forti, in primavera quando i campi saranno in condizioni migliori penso che ci sarà da divertirsi in ogni caso, anche se non necessariamente in termini di risultati ma almeno il bel gioco sarà assicurato». 

venerdì 20 dicembre 2013

Arab Rovigo fa gli auguri di Natale


Valentina e Dounia hanno dedicato una puntata alla Festa del Natale. Come è noto, il Natale è puramente una festa Cristiana, ma sicuramente anche le donne e gli uomini immigrati, di origine musulmana, che vivono in Italia e nella nostra provincia in particolare, si sentono in questi giorni coinvolti dal clima di festa e di euforia generale. 

lunedì 16 dicembre 2013

Il Gruppo Appartamento di Pianeta Handicap



Il Gruppo appartamento è il nuovo progetto dell’Associazione Pianeta Handicap. L’intervista della puntata di Radio Volontariato in onda in questi giorni, ad una giovane volontaria dell’associazione, Elisabetta, è stata il pretesto per farci raccontare di cosa si tratta. Anzitutto, Francesco Casoni ha iniziato, chiedendo alla sua ospite di spiegare a coloro che ancora non la conoscessero, cos’è e di cosa si occupa l’associazione: «Pianeta Handicap promuove l’integrazione di persone disabili adulte – ha detto Elisabetta - attraverso diverse attività come il basket o il laboratorio della ceramica e ormai da diversi anni con il progetto di autonomia durante i weekend.

martedì 3 dicembre 2013

I servizi del Patronato Inca Cgil spiegati da Morena Rizzi


Arab Rovigo ospita Morena Rizzi, direttrice degli uffici del patronato Inca (Istituto nazionale confederale di assistenza) della Cgil di Badia Polesine. Dounia e Valentina hanno trattato con lei le tematiche riguardanti i diritti della pensione e della disoccupazione. «La Cgil è la confederazione italiana dei lavoratori – ha spiegato Morena – ci occupiamo di tutte le tematiche inerenti il lavoro, la previdenza e l’assistenza. Noi come patronato ci focalizziamo sulla tutela dei diritti individuali che sono le disoccupazioni, le pensioni di qualsiasi natura, le invalidità civili gli assegni familiari, rinnovo dei permessi di soggiorno per gli stranieri e poi all’interno della Cgil ci sono tantissimi altri servizi, c’è uno sportello per gli inquilini, uno per il mobbing, un servizio vertenze per chi vanta crediti nei confronti dei datori di lavoro e ci sono tutte le categorie appartenenti ai vari settori lavorativi». 

Nollywood..sì abbiamo scritto bene! E' il cinema nigeriano


Non è Hollywood e forse anche per questo l’hanno chiamata Nollywood. Non ha gli attori, i capitali, la storia del cinema americano. Ma in quanto ad entusiasmo non li bette nessuno. Nollywood è infatti la casa di produzione della Nigeria e la Nigeria è il secondo paesa al mondo per numero di film prodotti. Per fare conoscere il cinema Nigeriano agli ascoltatori di Radio Kolbe, Nicole e Sophie, promotrici dell’iniziativa, sono venute in radio a “Per un pugno di film”, la scorsa settimana. Per fare conoscere il cinema Nigeriano ai rodigini, hanno organizzato un rassegna senza titolo di film africani. A dire il vero non sono molti. Hanno fatto un cartone animato made in Sudafrica intitolato Zambezia, già mandato sugli schermi del teatro don Bosco domenica scorsa, ed un altro film in prima visione italiana che sarà proiettato sabato 7 dicembre alle 17.30 e che ha come titolo “The Champion Sportsman” di Azubuike Erinugha.

Linea di meta con Roberto Roversi



Secondo appuntamento con Linea di meta, la nuova rubrica dedicata al rugby in onda su Radio Kolbe, condotta da Andrea Nalio. Ospite in studio è stato Roberto Roversi, giornalista sportivo ed assieme hanno commentato le prestazioni delle squadre polesane nell’ultimo weekend. Un weekend positivo in quanto tutte le polesane, ad eccezione del Lendinara hanno vinto. Ha vinto il Rovigo a Reggio Emilia (26 a 13) ed hanno vinto pure il Badia Polesine, Villadose e Frassinelle. 

venerdì 29 novembre 2013

Giovani volontarie ospiti a Coast to Coast


Ospiti della puntata di Coast to coast in onda questa settimana sono Giulia, Sophie e Marina. Sono tre ragazze che stanno facendo volontariato con i senza fissa dimora con Arcisolidarietà. Sophie è Belga, Marina è spagnola di Madrid. Giulia e Marina erano già state in radio ospiti di Radio Volontariato. In questo caso hanno raccontato come hanno trascorso la notte dei senza fissa dimora, svoltasi di recente a Rovigo. «Abbiamo cominciato alle 18 con una festa - ha detto Sophie - e abbiamo proiettato un filmato che si chiama “Sette miliardi di altri”, che parla di un francese che ha girato il mondo facendo la stessa domanda a settemila persone sulla differenza tra avere una casa e non averla. Poi abbiamo bevuto del thé africano mentre i volontari di Artinstrada hanno fatto uno spettacolo di giocoleria con il fuoco». «Lo abbiamo fatto a quell’ora - ha detto Giulia - perchè c’è gente che arriva con il treno e quindi volevamo attirare la loro attenzione. Abbiamo poi allestito una camera, con il letto ed il comodino e tutto ma a cielo aperto per rendere più scioccante l’impatto visivo. Perchè uno quando è a letto si sente al sicuro invece lì non c’è niente che copre e che dà sicurezza. Volevamo creare un po’ di curiosità nelle persone che passavano».
*************************************************************
La settimana scorsa invece era stato ospite Andrea Nalio

La palla ovale entra in radio


Ha già debuttato questa settimana la nuova rubrica “Linea di Meta”, un programma che si occupa di rugby e come sappiamo quello della palla ovale è indubbiamente lo sport simbolo della città di Rovigo. E’ condotto da Andrea Nalio, giovane giornalista che da tempo si occupa di questa disciplina e che ha come ospite ogni settimana un giornalista, un tecnico o qualche giocatore del rugby polesano.

martedì 26 novembre 2013

Alberto Gambato ci racconta il Festival di Roma



Da un po’ di giorni ormai è calato il sipario sulla Festa del cinema di Roma. Tra coloro che lo hanno seguito da vicino c’era il nostro Alberto Gambato che è venuto in radio per portarci le sue impressioni a riflettori spenti. Incalzato da Simone ci ha presi su e ci ha fatto fare un giro sul treno delle emozioni vissute ad occhi spalancati durante quelle giornate di bobine fatte girare a più non posso. «C’ero stato nel 2006  a Roma alla prima edizione ma non mi era piaciuta. Non mi piace il luogo dove viene fatto, nel quartiere Prati, dove ci sono ancora gli impianti  delle Olimpiadi del 1960. Lì mancano completamente le strutture ricettive, bar ristoranti, alberghi ecc. con la metro non ci si arriva direttamente. Poi l’auditorium è una struttura fredda, non ha nulla di quella malinconia, di quella atmosfere che possono avere Cannes o il Lido.

Il manuale dei tuoi perchè



Un libro nato al telefono. Parlando. Scambiandosi opinioni. Cercando risposte alle proprie domande, ai tanti perché di ogni giorno.  Confidenze sentimentali messe nero su bianco in un piccolo manuale. “Il manuale dei tuoi perché”. Perché i “perché” di Marika Zago e Fabio Faggion sono i perché di tutti noi. Più o meno. Le situazioni che portano alle domande magari sono diverse, ma le risposte che si cercano alla fine sono le stesse. Marika e Fabio hanno deciso di scrivere questo opuscolo per Alberto Brigo Editore e noi ne abbiamo voluto sapere di più, invitandoli alla radio per intervistarli per sapere il perché avevano deciso di scrivere un libro sui perché. Per entrambi si tratta del debutto editoriale «Con Marika ci siamo conosciuti e ci siamo trovati subito in sintonia – dice Fabio – poi dopo un anno che ci conoscevamo, era una giornata di Pasquetta abbiamo iniziato a parlare delle situazioni che avevamo vissuto ed le ho proposto di mettere nero su bianco le risposte che noi cercavamo, lei non sembrava molto convinta ma il giorno dopo mi ha mandato una mail ed io ho scoperto  anche il suo modo di scrivere che mi è piaciuto molto». 

mercoledì 20 novembre 2013

Il mistero della Dama di Chiunsano


Il Polesine è una terra di misteri. Ogni tanto ne emerge qualcuno di nuovo. Uno di questi misteri prova a svelarlo Sondra Coizzi (nella foto al centro), nel suo romanzo “La Dama di Chiunsano” pubblicato da Alberto Brigo Editore. Romanzo che ci presenta nella rubrica “Ponte Radio”. Chiunsano è una località nella campagna Polesana, tra Gaiba e Ficarolo dove sono stati trovati i resti di una villa rustica romana e dove nel 1992 fu rinvenuto il corpo di una donna germanica del V secolo, di età matura, sepolta con tantissimi gioielli di oreficeria barbarica, sotto l’antica pavimentazione della domus. Da qui è nata l’ispirazione di Sondra che ha immaginato nelle pagine di questo libro, chi potesse essere questa persona che lei ha ribattezzato con il nome di Amalia. 

lunedì 18 novembre 2013

L'importanza degli screening per prevenire i tumori



Nella puntata di Arab Rovigo in onda questa settimana è ospite Anna Stomeo dirigente medico che si occupa della programmazione e della valutazione degli screening oncologici per l’Ulss 18. Secondo le statistiche una donna su otto contrae il tumore al seno per questo la prevenzione è la prima medicina ed è quindi fondamentale fare conoscere  a ogni cittadino come riconoscere e come curare e soprattutto affrontare il difficile percorso che ogni patologia impone al paziente. Dounia e Valentina hanno quindi voluto fare una puntata per comunicare alle donne italiane e alle donne di origini marocchine, che sono magari meno informate come sottoporsi agli screening oncologici. «Prevenzione vuol dire fare qualcosa in grado di diagnosticare la malattia prima che si manifesti - ha detto la Stomeo - lo screening è proprio l’intervento che permette fare una diagnosi precoce anche al fine di riconoscere eventualmente il tumore quando è all’inizio, quindi adottando un intervento meno invasivo. Il test di screening viene condotto su una popolazione apparentemente sana.

sabato 16 novembre 2013

Franco Callegaro. Quando scrivere poesie è quasi un destino



Tutto è iniziato un giorno come gli altri, mentre Franco tornava dal lavoro, lungo una strada di campagna.Solo che quel giorno si è trovato davanti un affascinante tramonto. Tanto affascinante da fargli decidere di accostare la sua automobile per fermarsi ad ammirarlo. Solo con se stesso. Questo succedeva quattordici anni fa. L’incontro con quel tramonto è stato anche il suo incontro con la poesia. E da allora non l’ha più lasciata.

venerdì 15 novembre 2013

Andrea Tincani a "Per un Pugno di Film"



Questa settimana il nostro giro del mondo in 80 personaggi del cinema, fa un momento di sosta, perché è tornato a trovarci l'esperto di cinema Andrea Tincani che ci ha parlato della rassegna dell'Arci di Rovigo, "Il cinema in città", in corso di svolgimento presso il Teatro don Bosco di Rovigo e che anzi si avvicina alla conclusione. Le proiezioni sono gratuite e si tengono ogni giovedì sera. Giovedì 14 è stato proiettato il Faust di Sukurov: «Un film importante della storia del cinema. E' un film molto difficile perchè è uno di quei film in cui il regista è molto più colto degli spettatori medi. Poi la cosa che si gode è proprio la messa in scena del film e per un pubblico abituato agli effetti speciali è qualcosa di molto partocolare, perchè lui fa uso solamente di trucchi ottici, quindi usa le lenti e gli obiettivi come si poteva fare dieci anni fa quindi non c'è l'uso del digitale e con attori molto bravi. Il film è stato presentato dal professor Gambato. Giovedì 21 novembre sarà la volta di "Qualcosa nell'aria", che racconta le vicissitudini di un gruppo di ragazzi che fanno il liceo dopo i fatti del '68 e che scoprono l'impegno politico. E' uno dei miei preferiti. Poi chiuderemo in leggerezza, il 28 novembre, con un film melodrammatico, che si chiama "Treno di notte per Lisbona", anche qui con attori importanti ed è la storia di una ricerca degli effetti  una vicenda avvenuta durante la rivoluzione dei garofani in Portogallo e c'è un bel quadro di descrizione sia dell'ambiente ma anche della vicenda amorosa che non è banale. E' un film di estrema gradevolezza». 

domenica 10 novembre 2013

Per un pugno di film: Il giro del mondo in 80 personaggi del cinema


Continua la rubrica "Per un pugno di film", con il solo Simone Munaro al timone (visto che l'amico Denis ha momentaneamente lasciato la nave per raggiungere altri porti) e così con Simone e l'inespertissimo sottoscritto abbiamo iniziato un viaggio alla scoperta dei personaggi del cinema. 
L'idea è nata un po' casualmente dopo avere passato un pomeriggio ad ascoltare e a scoprire Rick Battaglia attore polesano. Abbiamo così intrapreso una strada, navigando a vista, che non sappiamo bene dove ci porterà, perchè gli unici riferimenti che abbiamo sono collegamenti (links) che ogni volta scopriamo, tra i vari attori e registi, e così per il fatto che Battaglia ha lavorato con Sergio Leone, ci siamo lanciato alla scoperta del regista italiano, poi per il fatto che questi è stato plagiato da Akira Kurosawa, abbiamo voluto scoprire chi era e poi per il fatto che Akira Kurosawa ha fatto ben 16 film con Toshiro Mifune abbiamo voluto saperne di più anche su di lui e poi abbiamo scoperto che un regista danese, Lars Von Trier ha fatto un film priprio sull'attore giapponese, ci siamo lanciati alla scoperta anche della vita e opere anche del regista danese... di chi parleremo la prossima puntata? Lo scoprirete seguendo le nostre puntate. 

Puntata del 25 ottobre 2013 (Akira Kurosawa)

Puntata del 1 novembre 2013 (Toshiro Mifune)

Puntata del 8 novembre 2013 (Lars Von Trier)


Giulia e Marina aiutano i senza fissa dimora




Due esperienze di volontariato diverse ma per la stessa associazione. Le ospiti della puntata di Radio Volontariato per il mese di novembre sono Giulia Rociola e Marina Puyol che prestano servizio presso l'Arcisolidarietà di Rovigo. «Arcisolidarietà – ha detto Giulia – è una associazione che si occupa di persone senza fissa dimora e anche di persone che sono arrivate in Italia a seguito dell’emergenza nord-Africa. Ha un asilo notturno a cui le persone che si trovano in difficoltà economica ma anche di relazione, difficoltà affettive,  possono rivolgersi. Possono trovare ospitalità dalle ore 20 (durante il periodo invernale e dalle 21 nel periodo estivo) e possono rimare per la notte fino alle 7 della mattina, orario in cui noi volontarie andiamo per preparare le colazioni». 

martedì 5 novembre 2013

Alberto, da Lusia all'Inghilterra per imparare l'inglese


Ospite della settimana puntata di “Polesine Coast to coast”, la voce giovane di Radio Kolbe, è stato Alberto Pomaro di Lusia che dopo la laurea triennale in ingegneria gestionale ha trascorso un periodo in Inghilterra a Eastburne per migliorare il suo rapporto con la lingua inglese. “Andando in Inghilterra impari la lingua ma non tanto studiando, piuttosto parlandola con gli altri stranieri che sono lì per studiare come te. Sono stato ospite in una famiglia, composta da una mamma con due figlie ed un figlio. Alberto ha proposto agli ascoltatori la canzone di Max Pezzali, “Io ci sarò”. Ed ha aggiunto: «ero in una scuola inglese, dove si studiava grammatica. Le uniche difficoltà che ho trovato sono state un po’ all’inizio, nei primi giorni, poi mi sono ambientato. C’erano anche attività ludiche, come partite a calcetto ecc. E’ una esperienza che rifarei certamente e la consiglio sicuramente a tutti i ragazzi che vogliono migliorare la propria capacità linguistica». I conduttori Thomas e Alberto, gli hanno chiesto se è disponibile a trasferirsi all’estero per lavoro: «Si, lo farei, ma la cosa importante sarebbe apprendere delle capacità, le conoscenze all’estero e importarle nel nostro paese, per costruire qualcosa di buono anche nel nostro paese, nella nostra nazione». Quando non va in Inghilterra Alberto si dà da fare come animatore in parrocchia ed ora sta preparando i ragazzi a ricevere la Santa Cresima. I ragazzi hanno quindi concluso la puntata commentando un twitt di Papa Francesco. 


venerdì 25 ottobre 2013

Il rovescio del Tao. Un libro per vincere la paura del diverso.


“Il rovescio del Tao” è il romanzo scritto da Francesca De Luca. Originaria di Chioggia, giornalista che scrive per “corriereimmigrazione.it”, giornale specializzato appunto sulle tematiche dell’immigrazione. Laureata all’Università Ca’ Foscari. I protagonisti del libro sono Alice, di origine ghanese e quindi di pelle scura e che rappresenta la parte nera del Tao e Leonardo, italiano, bianco che quindi rappresenta la parte bianca del simbolo orientale. Solo che questa volta il personaggio positivo è quello rappresentato dal nero mentre il personaggio di pelle chiara, il bianco è il negativo. Ed ecco che si spiega il titolo: «Il romanzo ha una storia particolare – ci ha raccontato Francesca in radio - l’ho scritto quando avevo diciannove anni, perché avevo visto che c’era un concorso letterario, indetto da Editore Firenze Libri che invitava i giovani scrittori a presentare delle opere inedite. 

lunedì 21 ottobre 2013

Prosegue il viaggio "Coast to Coast" (puntate 3 - 4- 5)

Continuano anche le puntate di Coast to Coast, programma condotto da Thomas Papparella e da Alberto Boldrini assistiti in regia da Enrico De Stefani e Davide Trevisan nella terza puntata hanno intervistato don Fabio Finotello, responsabile della pastorale giovanile per la nostra diocesi. Nelle quarta puntata invece hanno ospitato don Piero Mandruzzato, che era stato il predecessore di don Fabio alla guida della Pastorale Giovanile. Nella quinta puntata invece è stato ospite Federico Grandesso, che è autore del libro "A ruota libera, cinquantamila chilometri con il cancro alle spalle", edito da Alberto Brigo. 




Un mese dedicato agli anziani e alla prevenzione del tumore al seno


Il mese di ottobre vede l’Assessorato ai Servizi Sociali e volontariato della Provincia di Rovigo impegnato su due fronti: quello degli anziani e quello della prevenzione del tumore al seno. Per parlare delle iniziative messe in campo dall’Ente Provinciale in questo mese abbiamo avuto come ospite nei nostri studi, l’assessore Marinella Mantovani. Per quanto concerne l’ottobre mese dell’anziano «sappiamo che gli anziani sono una grande risorsa e da questa consapevolezza è partita la necessità da parte della Provincia di investire sugli anziani dal punto di vista culturale e quindi abbiamo pensato di promuovere per tutto il mese di ottobre su tutto il territorio polesano, iniziative dedicate agli anziani». Nel 2009 è stato siglato un protocollo apposito da parte dei comuni perché riconoscessero l’anziano come risorsa e perché applicassero all’interno della propria comunità una serie di politiche a favore degli anziani. Siamo poi partiti con questo contenitore di iniziative che è stato reso possibile grazie alla rete, alle collaborazioni che come provincia abbiamo messo assieme, perché è vero che come provincia non abbiamo competenze dirette nell’erogare servizi ma abbiamo un ruolo di coordinamento. Abbiamo messo assieme le aziende sanitarie, le associazioni di volontariato che si occupano di anziani, i sindacati dei pensionati, cioè tutti quei soggetti che gravitano attorno al pianeta anziani». 

venerdì 11 ottobre 2013

Volontariato all'Unitalsi: roba da giovani



Radio Volontariato questo mese ci fa conoscere due giovani volontari dell’Unitalsi, Giacomo e Noemi. Ai microfoni di Francesco Casoni sono partiti raccontando cos’è l’Unitalsi (letteralmente Unione nazionale italiana trasporto ammalati a Lourdes e santuari italiani): «in poche parole – ha detto Noemi – si tratta di una associazione di volontariato che ha lo scopo di dare il proprio tempo a persone che si trovano in difficoltà. E’ stata fondata da un disabile, per questo cerchiamo di mettere al centro del nostro interesse le persone disabili. Questo disabile era stato invitato ad andare a Lourdes, lui ha accettato ma con l’intenzione di spararsi una volta arrivato sotto la grotta. Quando fu lì però vide gli ammalati e le persone che li assistevano e in quel momento cambiò idea. Le attività più conosciute sono appunto l’accompagnamento degli ammalati ai pellegrinaggi, specialmente a Lourdes con i treni bianchi. L’opera dell’Unitalsi però non si ferma lì ma è un lavoro che dura tutti i giorni». Giacomo che ha solo 18 anni, ha spiegato perché ha scelto di fare parte dell’Unitalsi: «a livello personale mi ha spinto una ragazza che è in classe con me e che è in sedia a rotelle, convivendoci per un intero anno scolastico con queste persone impari ad apprezzare quello che tu hai e che loro non hanno, come semplicemente la possibilità di andare a correre oppure essere liberi di andare dove vogliono. 

venerdì 4 ottobre 2013

Un corso per volontari dello Sportello Pinocchio


Da quasi due anni è attivo nella nostra città lo Sportello Pinocchio. Si tratta di un servizio rivolto ai minori che si sono resi autori di reati nel territorio polesano. E’ stato attivato dal Centro Francescano di Ascolto ed è svolto in collaborazione con l’Ufficio Servizi Sociali Minorenni del dipartimento della Giustizia Minorile di Mestre. E’ un servizio che si regge sul volontariato, come tutti i servizi attivati dal Centro Francescano. E’ necessario però che i volontari che si apprestano a svolgere tale servizio siano preparati. Per questo il Centro Francescano in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato organizza un corso di formazione rivolto a nuovi volontari intitolato appunto: «Minori: da problema a risorsa». Ne parliamo questa settimana a Ponte Radio con Livio Ferrari, direttore del Centro Francescano di Ascolto. Come ha spiegato Ferrari «Il corso è destinato a coloro che possono essere interessati a diventare operatori volontari all’interno dello Sportello Pinocchio, che ha appunto il compito di aiutare, sostenere, promuovere percorsi di crescita dei minori ed adolescenti al fine di favorire lo sviluppo delle condizioni di benessere individuali attraverso interventi diretti ai minori stessi, ai loro genitori, alla loro famiglia, agli adulti di riferimento». 

Il Centro Mariano a Radio Kolbe



Torna anche quest'anno "Il centro mariano a Radio Kolbe", rubrica di formazione mariana e informazione curata appunto dalle Serve di Maria Riparatrici del Centro Mariano Beata Vergine Addolorata di Rovigo. 

Halima ci presenta il Festival Italomarocchino




Dounia e Valentina ospitano questa settimana Halima Benbouchaib (nella foto al centro) di nazionalità marocchina che negli anni ‘80 ha lavorato anche nella televisione. Poi una volta arrivata in Italia, ha cominciato a dedicarsi al sociale, nell’area del Triveneto. L’intervista è stata l’occasione per parlare dei progetti che hanno avuto successo proprio in tema di integrazione della popolazione marocchina nel Triveneto. «Io collaboro anche con associazioni italiane e non solo marocchine, tra cui Avis, Aido e Pianeta Donna, che si occupa della prevenzione del tumore al seno delle donne». Halima poi ha parlato del Festival Italomarocchino giunto alla seconda edizione e che si è svolto proprio in questi giorni. «La finalità di questo festival - ha detto Halima - è fare conoscere agli italiani, le abitudini, gli usi e i costumi del Marocco ma anche di altre nazionalità.


martedì 1 ottobre 2013

La nostra GMG a Rio de Janeiro





Questa settimana è in onda la seconda puntata di Polesine Coast to coast, la nuova rubrica in onda sulle nostre frequenze, condotta dai giovani per i giovani. Questa volta Thomas Paparella e Alberto Boldrini, conduttori, coadiuvati in regia da Enrico De Stefani e da Davide Trevisan, ospitano in studio Silvia e Marta della parrocchia di Borsea, che hanno vissuto l’esperienza della GMG di Rio de Janeiro 2013. Esperienza che in questi mesi hanno già avuto modo di raccontare in alcune parrocchie, come quella di Adria e di Lusia e che sono disponibili a presentare anche in altre parrocchie che dovessero richiederla. Loro facevano parte di un gruppo di ragazzi che sono stati accompagnati da don Fabio Finotello. 

giovedì 26 settembre 2013

Il Teatro alla radio: "L'ultimo paro de ore"




Abbiamo avuto il piacere di ospitare nei nostri studi la compagnia teatrale “La bottega dei commedianti”, che ha interpretato per i radioascoltatori di Radio Kolbe, la commedia intitolata “L’ultimo paro de ore”, commedia brillante in dialetto Veneto, scritta da Severino Zennaro. Gli interpreti della commedia sono: Emanuela Fogato (Agnese, la sposa), Renzo Chiarato (Giulio, lo sposo), Enzo Mancini (Orazio, il testimone), Lucia Osti (Anna, fidanzata di Orazio), Elena Rainero (la cameriera Silvia), Guido Moreni (direttore dell’albergo). La voce fuori campo è quella di Fabio Marangoni. La vicenda è quella di Agnese e Giulio per i quali è finalmente giunto il grande giorno del matrimonio .. o almeno così dovrebbe essere nelle loro intenzioni…

Quella bici che affronta le grandi salite



Il giorno 11 settembre 2013 sono stato ospite, nella puntata condotta dal mio ormai inseparabile compagno di radio Christian Rosa e diretta da Roberto Giannese, di Ponte Radio. Nei trenta minuti di trasmissione, conditi come sempre da alcuni brani musicali in tema con l’argomento del giorno, ho così potuto raccontare il percorso verso la conquista del mio secondo scudetto consecutivo del Prestigio, il circuito amatoriale ciclistico di maggiore caratura a livello nazionale. Come l’anno precedente, la mia avventura è iniziata ad aprile con la gran fondo del Sale a Cervia in una giornata caratterizzata da nebbia e freddo proseguendo poi, in un primo maggio decisamente primaverile, con la Dieci Colli di Bologna e quindi con la mitica Nove Colli di Cesenatico, una vera festa di gente come non si vede da nessun’altra parte.

venerdì 20 settembre 2013

Arriva Polesine Coast to coast! Il programma dei giovani!



“Ciao, ragazzi!” Da Radio Kolbe iniziano a dialogare con tutti, giovani e non, quattro ragazzi che desiderano portare una parola di fiducia, di gioia e di ottimismo a tutti. La loro rubrica che inizia ad an- dare in onda la prossima settimana si chiama “Polesine coast to coast” e fa riferimento sicuramente a tutto il nostro territorio dall’Adige al Po, vista la conformazione della nostra provincia. A condurre sono: Alberto Boldrini e Thomas Paparella. Fanno assistenza dalla regia Davide Trevisan ed Enrico De Stefani. Si sono presentati con semplicità e con qualche timore alla radio e Radio Kolbe li ha accolti a braccia aperte soprattutto in riferimento all’obiettivo che si propongono e che spiegano nella prima puntata: quello del sorriso, della gioia e della fiducia da una parte e quello dell’incontro con tutte le persone dall’altra.

Abbiamo insegnato l'Hip hop ai bambini di Chernobyl



Sono stati ospiti della puntata di Radio Volontariato tre ragazzi, Michele, Efrem ed Andrea accompagnati da Annalisa, volontaria di Servizio Civile presso l’associazione Olga di Rovigo. Olga è una associazione di Rovigo ed ha anche una casa a Lendinara, che è l’ex scuola media, dove vengono ospitati bambini e ragazzi in vacanza terapeutica. Fa capo alla Fondazione nazionale, nata a Terni circa 20 anni fa, dopo il disastro della centrale nucleare di Chernobyl in Ucraina, avvenuto nel 1986. Alcuni anni dopo si sono attivati dei comitati in tutta Italia, uno di questi è proprio Olga. Dopo 27 anni ci sono dunque ancora bambini che vengono in vacanza in Italia, anche se sono diminuiti rispetto ad alcuni anni fa. I bambini quando arrivano in Italia sono ospitati dalle famiglie e nel nostro caso li abbiamo accolti appunto nella ex scuola media di Lendinara e a loro, quest’anno abbiamo insegnato un po’ di Hip Hop, grazie ai nostri tre giovani volontari che si sono messi a disposizione per un mese collaborando con gli altri volontari».

giovedì 12 settembre 2013

Il primo console marocchino del Triveneto


Nello scorso mese di luglio è stata organizzata dalla Società civile marocchina una grande festa di commiato dedicata al console uscente del Regno del Marocco nel Triveneto, M’hamed El Hilali per festeggiare la fine dei suoi cinque anni di mandato. 
Per parlare di questo evento e per ringraziare il Console la rubrica Arab Rovigo lo ha ospitato nei giorni scorsi nei nostri studi. Il Console è stato accompagnato per l’occasione da Moulay Zidane Amrani, anch’egli di origine marocchina, insegnante ed esperto d’arte. Dounia e Valentina, le due conduttrici del programma hanno rivolto al Console numerose domande.  Un mandato importante perché M’hamed El Hilali è stato il primo Console del Marocco nel Triveneto. Durante l’intervista Zidane ha chiesto le sue impressioni sui cinque anni trascorsi a Verona.  

Il Cohousing sociale made in Rovigo



Nella prossima puntata di Ponte Radio, avremo modo di capire cos’è il cohousing, intervistando Annalisa Roveroni, presidente della Cooperativa Civic. Il termine cohousing è utilizzato per definire degli insediamenti abitativi composti da alloggi privati corredati da ampi spazi (coperti e scoperti) destinati all'uso comune e alla condivisione tra i “cohousers”. Tra i servizi collettivi vi possono essere ampie cucine, lavanderie, spazi per gli ospiti, laboratori per il fai da te, spazi gioco per i bambini, palestra, piscina, internet cafè, biblioteca e altro. «Si tratta di superare il modello abitativo della famiglia ristretta – ha detto Annalisa -  totalmente indipendente che separa e crea isolamento e solitudine, per scegliere una nuova etica dell’abitare - che unisce privacy e cooperazione - in quanto creatrice di una migliore qualità della vita e un maggiore benessere sociale, economico e ambientale per i singoli, donne e uomini, bambini e anziani e per la colletività. 

domenica 8 settembre 2013

Dietro le quinte della Celebrazione di Beatificazione




In vista del Grande evento in programma sabato prossimo, 7 settembre, in cui sarà Beatificata la Serva di Dio Maria Bolognesi, Radio Kolbe ha propone una puntata speciale della rubrica “Sulle ali di Maria Bolognesi”. Nel corso della puntata Ludovica Mazzucato intervista don Diego Pisani, liturgista, che ha curato la celebrazione eucaristica che si terrà in piazza XX settembre.
«Dopo un iter di beatificazione durato solo 20 anni, la Diocesi di Adria-Rovigo avrà la prima Beata  laica della sua storia – ha detto Ludovica – infatti il 2 maggio 2013 Papa Francesco ha autorizzato la Contrazione per la Causa dei Santi a promulgare il decreto di Beatificazione per Maria Bolognesi». Il comitato presieduto dal Vescovo Soravito si è rimboccato così le maniche e in pochi mesi ha messo in modo la macchina organizzativa.