martedì 23 ottobre 2012

Era l'anno zero... adesso sono 10 anni insieme


Dieci anni di spettacoli, amicizia e solidarietà. Il Gruppo dei 98 anno 0 è venuto a trovarci ancora una volta per condividere con gli ascoltatori di Radio Kolbe questa emozione. ASCOLTA LA PUNTATA

giovedì 18 ottobre 2012

Un corso per diventare Amministratori di Sostegno


E’ stata ospite nei nostri studi, Leda Bonaguro, presidente della Associazione Pianeta Handicap.Un’associazione nata in maniera spontanea da un gruppo di genitori di ragazzi
portatori di handicap che nel 1999 «si sono guardati attorno nel panorama della nostra città - come ha
detto Leda - e non hanno intravisto delle associazioni che potessero essere di aiuto per loro». Ed ha aggiunto: «Oggi abbiamo tante attività avviate e a volte mi chiedo ancora come ha fatto a venirmi in mente una idea come questa e mi rispondo che forse noi genitori siamo stati solo degli strumenti per realizzare qualcosa che doveva essere fatto». L’intervista radiofonica è stata l’occasione per illustrare un corso di formazione per Amministratore di Sostegno: «Lo abbiamo avviato grazie ad una rete di associazioni ed istituzioni, come l’Associazione Co.me. te, l’Aitsam e con il patrocinio del Comune di Rovigo e della Provincia di Rovigo». Il corso avrà luogo proprio nella sala Celio della Provincia e si svilupperà in quattro incontri a partire da sabato 20 ottobre dalle 9 alle 13. La scelta dei relatori è
stata curata dall’Associazione Onlus “Amministrazione di Sostegno” di Padova. E’ stato richiesto il riconoscimento dei crediti formativi all’Ordine degli Assistenti Sociali e degli Avvocati; inoltre, tale
corso costituisce titolo valido per l’iscrizione all’Elenco Regionale degli Amministratori di Sostegno, pertanto la frequenza minima richiesta è di 3 incontri su 4. Chiunque fosse interessato a partecipare, è pregato di inviare il modulo di preiscrizione via fax al n. 0425.24826 o via mail: info@pianetahandicap.it; il numero dei partecipanti è limitato a 60, pertanto qualora le richieste di partecipazione fossero superiori, saranno accolte le domande in ordine di arrivo. La partecipazione al
corso è gratuita. ASCOLTA L'INTERVISTA

venerdì 12 ottobre 2012

L'associazione Gea Mater a favore di Haiti


Fare cultura senza tralasciare la solidarietà. E’ quello che si propone l’associazione Gea Mater Onlus la cui presidente, Lorenza Baccaro è stata ospite a Radio Kolbe nella rubrica Ponte Radio che trasmettiamo questa settimana. L’intervista è stata anche l’occasione per presentare la mostra “Per Haiti” in mostra nella Sala Celio della Provincia di Rovigo in questi giorni. L’esposizione è stata inaugurata sabato 6 ottobre e rimarrà a disposizione del pubblico fino a domenica 14 ottobre.
Come ha spiegato la stessa Lorenza Baccaro: «L'Associazione Gea Mater Onlus è nata nell’agosto del 2005 per volontà di un gruppo di persone che avevano come scopo quello di rendersi utili alla società secondo i principi della sussidiarietà propri dell’associazionismo. Ormai da alcuni anni dedichiamo varie iniziative a sostenere la missione ad Haiti di Suor Mariagrazia Foganolo, che è originaria di Costa di Rovigo e che vive in quel poverissimo paese da circa 40 anni. Anche questa mostra l’abbiamo fatta per sostenere questa sua attività». ASCOLTA LA PUNTATA

martedì 9 ottobre 2012

Max conquista il Prestigio 2012


Sono tornati a farci visita a Radio Kolbe Max Destro e Christian Rosa che ci hanno raccontato la stagione ciclistica che Max ha appena portato a termine con grande impegno passione e spirito di sacrificio. Stagione che gli è valsa la conquista del Prestigio 2012. «Il Prestigio è un circuito - ha spiegato Max Destro - organizzato dalla rivista Cicloturismo, che raggruppa le dieci gran fondo ciclistiche di maggior caratura: vince lo scudetto chi riesce a portarne a termine (non conta il piazzamento d’arrivo, serve “solo”concludere entro il tempo massimo il percorso lungo della gran fondo) almeno sette. E’ stato per me un viaggio stupendo attraverso città più grandi e paesi più piccoli, lungo il quale ho vissuto emozioni diversissime tra di esse ma ognuna degna di essere raccontata, ho conosciuto persone con le storie più incredibili da raccontare, sempre in compagnia della mia inseparabile bicicletta. Ed è una gioia doppia, in quanto arriva proprio nel decennale della mia laurea. E’ giusto quindi condividere questa immensa soddisfazione con la mia famiglia, i miei amici, le mie colleghe di lavoro, con Christian e  Roberto che mi hanno dato l’opportunità di diffondere i miei pensieri e con tutti gli ascoltatori di Radio Kolbe che mi hanno seguito e sostenuto in questo periodo. Al termine della trasmissione, ricca di intermezzi musicali, ho voluto dedicare questa mia piccola grande impresa ad alcune persone che non ci sono più ma che continuano a pedalare al mio fianco». ASCOLTA LA PUNTATA

martedì 2 ottobre 2012

Terzo incontro con Luciano Bonvento



Andrà in onda la prossima settimana il terzo incontro della serie Ritratto d’autore, con il poeta Polesano Luciano Bonvento. Questa volta Luciano Bonvento, guidato da don Bruno, farà un percorso sul tema della tradizione religiosa.  Tantissime sono le poesie dedicate che il poeta ha dedicato a questa realtà. Per esempio c’è una poesia  intitolata “i oci del Signore”, gli occhi del Signore e leggendo il testo si scopre che sono le lucciole che nella stagione estiva di sera appaiono nei prati lungo le strade di campagna ed invece legata alla stagione invernale c’è la poesia “Il Cristo delle broseme”, un tipo di espressione che si riferisce alla sofferenza e la broseme che sono l’immagine del rigido inverno. Quindi aldilà delle poesie strettamente religiose, ci sono tanti testi che pur parlando di altri argomenti riconducono sempre alla religiosità. Si è partiti dal binomio fede e povertà, perché la fede è sostegno nei momenti di difficoltà come spiega lo stesso autore nella sua poesia “Ghe sta un tempo”. Quello di Bonvento, come ha ricordato E’ un rapporto con la fede, fresco, naturale, costruito sulla tradizione ma che però era fonte di consolazione: “i poveretti andranno tutti in Paradiso” dice il poeta. La fede è semplice e immediata, come nella poesia “la preghiera d’un putìn poareto”. Bonvento usa termini come il “leto de scortofie” che nel linguaggio odierno non sono più utilizzati. E poi un’altra poesia che esprime la semplicità è quella di Un uomo semplice che parla con Dio che ricorda il suo primo incontro con Dio quando ha fatto la prima comunione e poi un secondo incontro quando l’ha invocato affinché gli concedesse un figlio e più avanti un altro incontro ancora che gli concedesse quanto basta per vivere in maniera dignitosa. Poi legato alla fede c’è il ricordo del Natale, a cui Bonvento ha dedicato diverse poesie. ASCOLTA LA PUNTATA

lunedì 1 ottobre 2012

Scambi interculturali un'occasione per i ragazzi

Svolgere un periodo di studio all’estero soprattutto in giovanissima età, è indubbiamente un punto importante per la formazione di tanti ragazzi. Di questo si occupa l’Associazione Intercultura che anche a Rovigo ha una propria sezione. Due volontarie, vale a dire la presidente della sezione Laura Cavaliere e Camilla Mitillo sono state ospiti della rubrica Radio Volontariato e guidate da Francesco Casoni del Centro Servizio per il Volontariato hanno parlato della loro associazione e raccontato le loro personali esperienze.
«Intercultura è una associazione no profit che organizza scambi culturali per i ragazzi dai 15 ai 17 anni – ha spiegato Laura Cavaliere – e tutti gli scambi prevedono l’inserimento all’interno di una famiglia del luogo e la frequenza scolastica. Intercultura crede che attraverso lo strumento degli scambi interculturali, in una età così precoce, la persona possa maturare un apprendimento interculturale al fine di fare crescere dei cittadini del mondo. E questo è un obiettivo primario in un mondo sempre più globalizzato. E’ possibile effettuare gli scambi all’interno della rete di Intercultura che a livello mondiale viene definita Afs e che raccoglie circa 60 paesi, quasi tutti i paesi in Europa, negli Stati Uniti, in America Latina, in qualche paese dell'Asia, in Australia, Nuova Zelanda e in qualche paese dell'Africa».

La missione di parroco a Gerusalemme



In occasione dell’incontro dal titolo “Gerusalemme, Città Santa. Tanto amata da Dio quanto divisa dagli uomini” che si è tenuto sabato 22 settembre, presso la Sala della Gran Guardia, è stato ospite negli studi di Radio Kolbe, durante la rubrica “Missione è…” il parroco della comunità latina di Gerusalemme Padre Feras Hejazin, appartenente alla comunità dei Frati Minori. Riccardo Rizzatello, conduttore della rubrica ha chiesto
a Padre Feras di parlare di come è nata l’idea dell’incontro e quale è l’obiettivo. «E’ nata da un pellegrinaggio organizzato da don Lorenzo Realdon con i Messaggeri di Speranza in Terra Santa e poi perchè siamo prossimi all’Anno della Fede. L’incontro nasce dunque per fare conoscere come viene vissuta la fede in Terra Santa, che è la pietra viva della fede
a Rovigo così come in tutto il mondo

martedì 23 ottobre 2012

Era l'anno zero... adesso sono 10 anni insieme


Dieci anni di spettacoli, amicizia e solidarietà. Il Gruppo dei 98 anno 0 è venuto a trovarci ancora una volta per condividere con gli ascoltatori di Radio Kolbe questa emozione. ASCOLTA LA PUNTATA

giovedì 18 ottobre 2012

Un corso per diventare Amministratori di Sostegno


E’ stata ospite nei nostri studi, Leda Bonaguro, presidente della Associazione Pianeta Handicap.Un’associazione nata in maniera spontanea da un gruppo di genitori di ragazzi
portatori di handicap che nel 1999 «si sono guardati attorno nel panorama della nostra città - come ha
detto Leda - e non hanno intravisto delle associazioni che potessero essere di aiuto per loro». Ed ha aggiunto: «Oggi abbiamo tante attività avviate e a volte mi chiedo ancora come ha fatto a venirmi in mente una idea come questa e mi rispondo che forse noi genitori siamo stati solo degli strumenti per realizzare qualcosa che doveva essere fatto». L’intervista radiofonica è stata l’occasione per illustrare un corso di formazione per Amministratore di Sostegno: «Lo abbiamo avviato grazie ad una rete di associazioni ed istituzioni, come l’Associazione Co.me. te, l’Aitsam e con il patrocinio del Comune di Rovigo e della Provincia di Rovigo». Il corso avrà luogo proprio nella sala Celio della Provincia e si svilupperà in quattro incontri a partire da sabato 20 ottobre dalle 9 alle 13. La scelta dei relatori è
stata curata dall’Associazione Onlus “Amministrazione di Sostegno” di Padova. E’ stato richiesto il riconoscimento dei crediti formativi all’Ordine degli Assistenti Sociali e degli Avvocati; inoltre, tale
corso costituisce titolo valido per l’iscrizione all’Elenco Regionale degli Amministratori di Sostegno, pertanto la frequenza minima richiesta è di 3 incontri su 4. Chiunque fosse interessato a partecipare, è pregato di inviare il modulo di preiscrizione via fax al n. 0425.24826 o via mail: info@pianetahandicap.it; il numero dei partecipanti è limitato a 60, pertanto qualora le richieste di partecipazione fossero superiori, saranno accolte le domande in ordine di arrivo. La partecipazione al
corso è gratuita. ASCOLTA L'INTERVISTA

venerdì 12 ottobre 2012

L'associazione Gea Mater a favore di Haiti


Fare cultura senza tralasciare la solidarietà. E’ quello che si propone l’associazione Gea Mater Onlus la cui presidente, Lorenza Baccaro è stata ospite a Radio Kolbe nella rubrica Ponte Radio che trasmettiamo questa settimana. L’intervista è stata anche l’occasione per presentare la mostra “Per Haiti” in mostra nella Sala Celio della Provincia di Rovigo in questi giorni. L’esposizione è stata inaugurata sabato 6 ottobre e rimarrà a disposizione del pubblico fino a domenica 14 ottobre.
Come ha spiegato la stessa Lorenza Baccaro: «L'Associazione Gea Mater Onlus è nata nell’agosto del 2005 per volontà di un gruppo di persone che avevano come scopo quello di rendersi utili alla società secondo i principi della sussidiarietà propri dell’associazionismo. Ormai da alcuni anni dedichiamo varie iniziative a sostenere la missione ad Haiti di Suor Mariagrazia Foganolo, che è originaria di Costa di Rovigo e che vive in quel poverissimo paese da circa 40 anni. Anche questa mostra l’abbiamo fatta per sostenere questa sua attività». ASCOLTA LA PUNTATA

martedì 9 ottobre 2012

Max conquista il Prestigio 2012


Sono tornati a farci visita a Radio Kolbe Max Destro e Christian Rosa che ci hanno raccontato la stagione ciclistica che Max ha appena portato a termine con grande impegno passione e spirito di sacrificio. Stagione che gli è valsa la conquista del Prestigio 2012. «Il Prestigio è un circuito - ha spiegato Max Destro - organizzato dalla rivista Cicloturismo, che raggruppa le dieci gran fondo ciclistiche di maggior caratura: vince lo scudetto chi riesce a portarne a termine (non conta il piazzamento d’arrivo, serve “solo”concludere entro il tempo massimo il percorso lungo della gran fondo) almeno sette. E’ stato per me un viaggio stupendo attraverso città più grandi e paesi più piccoli, lungo il quale ho vissuto emozioni diversissime tra di esse ma ognuna degna di essere raccontata, ho conosciuto persone con le storie più incredibili da raccontare, sempre in compagnia della mia inseparabile bicicletta. Ed è una gioia doppia, in quanto arriva proprio nel decennale della mia laurea. E’ giusto quindi condividere questa immensa soddisfazione con la mia famiglia, i miei amici, le mie colleghe di lavoro, con Christian e  Roberto che mi hanno dato l’opportunità di diffondere i miei pensieri e con tutti gli ascoltatori di Radio Kolbe che mi hanno seguito e sostenuto in questo periodo. Al termine della trasmissione, ricca di intermezzi musicali, ho voluto dedicare questa mia piccola grande impresa ad alcune persone che non ci sono più ma che continuano a pedalare al mio fianco». ASCOLTA LA PUNTATA

martedì 2 ottobre 2012

Terzo incontro con Luciano Bonvento



Andrà in onda la prossima settimana il terzo incontro della serie Ritratto d’autore, con il poeta Polesano Luciano Bonvento. Questa volta Luciano Bonvento, guidato da don Bruno, farà un percorso sul tema della tradizione religiosa.  Tantissime sono le poesie dedicate che il poeta ha dedicato a questa realtà. Per esempio c’è una poesia  intitolata “i oci del Signore”, gli occhi del Signore e leggendo il testo si scopre che sono le lucciole che nella stagione estiva di sera appaiono nei prati lungo le strade di campagna ed invece legata alla stagione invernale c’è la poesia “Il Cristo delle broseme”, un tipo di espressione che si riferisce alla sofferenza e la broseme che sono l’immagine del rigido inverno. Quindi aldilà delle poesie strettamente religiose, ci sono tanti testi che pur parlando di altri argomenti riconducono sempre alla religiosità. Si è partiti dal binomio fede e povertà, perché la fede è sostegno nei momenti di difficoltà come spiega lo stesso autore nella sua poesia “Ghe sta un tempo”. Quello di Bonvento, come ha ricordato E’ un rapporto con la fede, fresco, naturale, costruito sulla tradizione ma che però era fonte di consolazione: “i poveretti andranno tutti in Paradiso” dice il poeta. La fede è semplice e immediata, come nella poesia “la preghiera d’un putìn poareto”. Bonvento usa termini come il “leto de scortofie” che nel linguaggio odierno non sono più utilizzati. E poi un’altra poesia che esprime la semplicità è quella di Un uomo semplice che parla con Dio che ricorda il suo primo incontro con Dio quando ha fatto la prima comunione e poi un secondo incontro quando l’ha invocato affinché gli concedesse un figlio e più avanti un altro incontro ancora che gli concedesse quanto basta per vivere in maniera dignitosa. Poi legato alla fede c’è il ricordo del Natale, a cui Bonvento ha dedicato diverse poesie. ASCOLTA LA PUNTATA

lunedì 1 ottobre 2012

Scambi interculturali un'occasione per i ragazzi

Svolgere un periodo di studio all’estero soprattutto in giovanissima età, è indubbiamente un punto importante per la formazione di tanti ragazzi. Di questo si occupa l’Associazione Intercultura che anche a Rovigo ha una propria sezione. Due volontarie, vale a dire la presidente della sezione Laura Cavaliere e Camilla Mitillo sono state ospiti della rubrica Radio Volontariato e guidate da Francesco Casoni del Centro Servizio per il Volontariato hanno parlato della loro associazione e raccontato le loro personali esperienze.
«Intercultura è una associazione no profit che organizza scambi culturali per i ragazzi dai 15 ai 17 anni – ha spiegato Laura Cavaliere – e tutti gli scambi prevedono l’inserimento all’interno di una famiglia del luogo e la frequenza scolastica. Intercultura crede che attraverso lo strumento degli scambi interculturali, in una età così precoce, la persona possa maturare un apprendimento interculturale al fine di fare crescere dei cittadini del mondo. E questo è un obiettivo primario in un mondo sempre più globalizzato. E’ possibile effettuare gli scambi all’interno della rete di Intercultura che a livello mondiale viene definita Afs e che raccoglie circa 60 paesi, quasi tutti i paesi in Europa, negli Stati Uniti, in America Latina, in qualche paese dell'Asia, in Australia, Nuova Zelanda e in qualche paese dell'Africa».

La missione di parroco a Gerusalemme



In occasione dell’incontro dal titolo “Gerusalemme, Città Santa. Tanto amata da Dio quanto divisa dagli uomini” che si è tenuto sabato 22 settembre, presso la Sala della Gran Guardia, è stato ospite negli studi di Radio Kolbe, durante la rubrica “Missione è…” il parroco della comunità latina di Gerusalemme Padre Feras Hejazin, appartenente alla comunità dei Frati Minori. Riccardo Rizzatello, conduttore della rubrica ha chiesto
a Padre Feras di parlare di come è nata l’idea dell’incontro e quale è l’obiettivo. «E’ nata da un pellegrinaggio organizzato da don Lorenzo Realdon con i Messaggeri di Speranza in Terra Santa e poi perchè siamo prossimi all’Anno della Fede. L’incontro nasce dunque per fare conoscere come viene vissuta la fede in Terra Santa, che è la pietra viva della fede
a Rovigo così come in tutto il mondo